Docenti: sì all’accesso alle graduatorie ad esaurimento

1 settembre 2015


Docenti: sì all’accesso alle graduatorie ad esaurimento

> Diritto e Fisco Pubblicato il 1 settembre 2015



Scuola, graduatorie e insegnamento: il Consiglio di Stato accoglie in parte la domanda di ottemperanza all’ordinanza n. 1089/2015 (ricorso n. 503/2015), esclusi gli effetti per il piano straordinario di assunzioni per l’anno scolastico 2015/2016.

Gli insegnanti ce l’hanno fatta: sono infatti tremila i docenti che hanno proposto domanda di esecuzione dell’ordinanza cautelare del Consiglio di Stato di quest’anno [1] ed hanno ottenuto l’amissione alle graduatorie ad esaurimento. A renderlo noto è lo stesso Consiglio di Stato con una sentenza depositata ieri [2] e che pubblichiamo qui di seguito per tutti gli interessati.

Ora spetterà al ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia, entro 15 giorni dalla notificazione o dalla comunicazione dell’ordinanza, a dare esecuzione all’ordinanza. Viene anche nominato da subito il Prefetto di Milano come commissario ad acta, in caso di ulteriore inottemperanza, perché provveda all’esecuzione.

note

[1] Cons. St. sent. n. 1089/2015.

[2] Cons. St. sent. n. 3909/15 del 31.08.2015.

Consiglio di Stato, sez. VI, ordinanza 27 – 31 agosto 2015, n. 3909
Presidente Baccarini – Relatore Filippi

Rilevato che l’Amministrazione scolastica – in esecuzione dell’ordinanza di questa Sezione n. 1089 del 2015 – ha consentito l’ammissione dei ricorrenti in G.A.E. specificando che, ai sensi dell’articolo 6, comma 6, del D.M. n. 235 del 2014, “l’iscrizione nelle graduatorie con RISERVA, determinata dall’attesa del conseguimento del titolo di abilitazione (caratterizzata dalla lettera S) o da un contenzioso in atto (caratterizzata dalla lettera T) non consente all’interessato di stipulare contratti individuali di lavoro a tempo indeterminato o determinato” (cfr., D.D.G. dell’USP di Milano, prot. n. 0013161 del 15 luglio 2015);
Considerato che – al di fuori del piano straordinario di assunzioni per l’anno scolastico 2015/2016 di cui all’art. 1, commi 93 e 96, della legge n. 107 del 2015 – la generalizzazione di tale depotenziamento dell’iscrizione con riserva nelle graduatorie non sembra avere fondamento legislativo;

P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)
Accoglie in parte la domanda di ottemperanza all’ordinanza n. 1089 del 2015 (Ricorso numero: 503/2015), esclusi gli effetti per il piano straordinario di assunzioni per l’anno scolastico 2015/2016;
Assegna al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia, il termine di 15 giorni, dalla notificazione o dalla comunicazione della presente ordinanza a cura della Segreteria della Sezione, per dare esecuzione all’ordinanza n. 1089 del 2015, nominando fin d’ora commissario ad acta – in caso di ulteriore inottemperanza – il Prefetto di Milano perché provveda all’esecuzione, con facoltà di delega ad un funzionario dell’Ufficio;
Dichiara interamente compensate tra le parti le spese di lite.
La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI