Lavoro e Concorsi Concorsi: pubblicato il nuovo bando dell’Agenzia Entrate

Lavoro e Concorsi Pubblicato il 2 settembre 2015

Articolo di




> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 2 settembre 2015

In attesa del maxi bando di concorso per l’assegnazione dei nuovi posti, gli uffici territoriali corrono ai ripari alla sentenza della Corte Costituzionale, cercando candidature a dirigenti.

La prima parte del riassetto dell’Agenzia delle Entrate, a seguito della decadenza dei dirigenti dichiarati illegittimi dalla Corte Costituzionale, perché promossi senza concorso, passa dal bando pubblicato ieri su un’area riservata del sito dell’Agenzia stessa. Il concorso ha lo scopo di trovare 747 dirigenti che possano garantire la prosecuzione dell’attività del fisco, interrotta per “mancanza di personale”. Alcuni, infatti, dei dirigenti interessati dalla sentenza della Consulta avevano rimesso, nei mesi scorsi, le deleghe, sicché gli uffici territoriali si sono trovati in condizione di non poter operare.

Il bando si apre con un invito a presentare autocandidature e lettera di presentazione, ma poi si legge che lo stesso è rivolto solo a chi, già dirigente, vuole rimettersi in gioco aiutando l’Agenzia a proseguire con le proprie attività istituzionali, in attesa che venga indetto il nuovo maxi bando di concorso aperto anche agli “esterni” (leggi “Agenzia delle Entrate, concorso 2016: chi può partecipare?”).

I candidati dovranno manifestare la propria disponibilità con una istanza da inviare entro la mezzanotte dell’11 settembre 2015 al seguente indirizzo email: dc.pers.incarichi@agenziaentrate.it.

Gli aspiranti dirigenti dovranno allegare una dichiarazione da cui risulti la mancanza di situazioni di incompatibilità e conflitto di interessi. Gli stessi, inoltre, potranno manifestare la disponibilità a coprire sino a un massimo di tre posizioni tra quelle presenti nell’elenco dei posti disponibili allegato alla procedura di interpello.

Per il conferimento degli incarichi in questione si tiene conto, in relazione alla natura e alle caratteristiche degli obiettivi prefissati e alla complessità della struttura interessata, delle attitudini e delle capacità professionali del singolo dirigente, dei risultati conseguiti e della relativa valutazione, delle specifiche competenze organizzative possedute.

La valutazione delle disponibilità espresse dagli interessati e l’individuazione dei soggetti cui conferire l’incarico si baserà sull’esame dei dati a disposizione dell’amministrazione cui seguiranno eventuali colloqui individuali.

Il candidato che voglia fornire all’amministrazione ulteriori elementi di valutazione, oltre quelli presenti nell’applicazione curriculum-scheda del dipendente, potrà compilare la lettera di presentazione disponibile nella stessa applicazione, evidenziano dalle Entrate. Per l’attribuzione di un incarico, rispondendo a prioritarie esigenze di carattere organizzativo, si terrà conto ordinariamente dell’operatività degli uffici, e, subordinatamente, del coordinamento degli stessi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI