Diritto e Fisco | Articoli

L’immobile su strada senza uscita paga meno tasse

2 settembre 2015


L’immobile su strada senza uscita paga meno tasse

> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 settembre 2015



Stop all’aumento di valore dell’abitazione che affaccia su una strada cieca.

L’imposta di registro pretesa dal fisco in caso di stipula di un contratto di compravendita immobiliare deve essere “contenuta” se si tratta di un’abitazione che affaccia su una strada cieca. Lo ha detto la Commissione Tributaria Regionale di Roma con una recente sentenza [1].

La vicenda

A seguito di un avviso di rettifica per l’imposta di registro dovuta su una compravendita immobiliare, un contribuente proponeva ricorso al giudice tributario. La sua domanda, integralmente accolta in primo grado, veniva parzialmente rivista in secondo.

 

Quotazioni Fiaip

L’Agenzia delle Entrate, nell’attribuire all’immobile un valore più elevato, fa riferimento alle quotazioni immobiliari della Fiaip (Federazione italiana agenti professionali). Secondo il giudice, la pratica è corretta: difatti, in assenza di altre quotazioni degli immobili, il fisco legittimamente può utilizzare quelle fornite dalla Fiaip, quotazioni queste effettuate “da soggetto indipendente e qualificato con criteri scientifici”.

La strada cieca vale di meno

Secondo la sentenza in commento, la pretesa del fisco va parzialmente rivista al ribasso tutte le volte in cui, avuto riguardo alla natura, destinazione, posizione dell’immobile, quest’ultimo risulti avere un valore inferiore rispetto a quello indicato dalle quotazioni immobiliari: difatti, bisogna tenere conto della necessità di interventi di ristrutturazione e, soprattutto, dell’effettiva ubicazione della strada. Il caso, ad esempio, della “strada cieca”, ossia senza uscita, è emblematico. Il proprietario non è sul corso principale e ogni giorno, per poterlo raggiungere, deve fare diversi metri a piedi. Il deprezzamento dell’immobile, rispetto agli stessi posti nel medesimo quartiere, è dunque evidente.

note

[1] CTR Roma sent. n. 2253/15.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI