HOME Articoli

News Nuovi contrassegni invalidi, segnaletica e parcheggi

News Pubblicato il 3 settembre 2015

Articolo di




> News Pubblicato il 3 settembre 2015

Cambia dal 15 settembre la segnaletica e la sosta negli spazi riservati agli invalidi: nuovi contrassegni da sostituire immediatamente.

A partire dal 15 settembre prossimo, i vecchi contrassegni arancioni per le auto degli invalidi – contrassegni che consentono la sosta e la circolazione in deroga alle previsioni del codice della strada – non varranno più e dovranno essere obbligatoriamente sostituiti con i nuovi. Il nuovo contrassegno deve essere, come sempre, esposto in originale nella parte anteriore del veicolo in modo che sia visibile in caso di eventuali controlli.

È questo il frutto delle modifiche al regolamento stradale apportate già tre anni fa [1], ma che solo oggi vedranno la loro attuazione.

Cambia, inoltre, la segnaletica stradale:

– quanto alla segnaletica orizzontale, le strisce che delimitano lo stallo di sosta restano gialle, ma il simbolo della carrozzella diventa blu

– quanto alla segnaletica verticale il Comune dovrà rimuovere i vecchi cartelli sostituendoli con i nuovi che individuano lo stallo di sosta e i segnali di area pedonale e di zona a traffico limitato, nella parte relativa alle eccezioni.

Il tutto dovrà completarsi entro il 14 settembre 2015, specifica l’Anci sul proprio portale, con un parere diffuso ieri.

Gli invalidi particolarmente “gravi” avranno la possibilità di godere dell’assegnazione gratuita di uno spazio di sosta senza dover più dimostrare di essere abilitati alla guida e di disporre di un’automobile, ma sarà sufficiente solo che l’interessato dimostri di non avere la disponibilità di uno spazio di sosta privato accessibile e fruibile.

Sempre agli invalidi sarà consentita la sosta gratis negli spazi normalmente previsti “a pagamento”, se, nelle adiacenze, risultino già occupate o indisponibili le aree a loro riservate.

Sanzioni

Come detto la nuova normativa entrerà in vigore tra poco più di 15 giorni: c’è poco tempo, quindi, per adeguarsi alle nuove norme. Chi sarà pizzicato con il vecchio contrassegno non potrà scansare la multa. E sanzioni scatteranno anche nei confronti dei Comuni che non avranno sostituito la vecchia segnaletica con quella nuova.

note

[1] Dpr 151/2012 apportando modifiche all’art. 381 del regolamento stradale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI