HOME Articoli

Lo sai che? I tre giorni di permesso per chi assiste disabili si possono cumulare

Lo sai che? Pubblicato il 8 settembre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 settembre 2015

Lo stesso lavoratore ha diritto ad assistere più persone disabili, e dunque di cumulare i relativi permessi, a condizione che si tratti del coniuge o di un parente o affine entro il 1° grado.

Generalmente il permesso per disabili può essere utilizzato, dal lavoratore dipendente, per l’assistenza di una sola persona disabile. Tuttavia, uno stesso lavoratore ha diritto ad assistere più persone disabili, e dunque di cumulare i relativi permessi. Ciò è consentito, però, solo a condizione che:

– si tratti del coniuge o di un parente o affine entro il 1° grado (o entro il 2° grado qualora i genitori o il coniuge del disabile abbiano compiuto i 65 anni, oppure siano affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti);

– l’assistenza possa essere effettuata solo in forma disgiunta ossia quando la prestazione nei confronti di due o più soggetti disabili può essere assicurata solo con modalità ed in tempi diversi. In pratica l’assistenza deve essere contemporaneamente “esclusiva” e “continua” per ciascuno degli assistiti.

È pertanto escluso il suddetto cumulo quando altre persone possono fornire l’assistenza oppure quando lo stesso lavoratore può, per la natura della disabilità, sopperire, nello stesso momento, congiuntamente e contemporaneamente, alle necessità assistenziali dei due disabili durante lo stesso periodo (si pensi al padre e alla madre entrambi disabili che vivono sotto lo stesso tetto).

Come ottenere più permessi

Il richiedente deve presentare tante domande quanti sono i soggetti per i quali chiede i permessi, nonché allegare alla domanda idonea certificazione relativa alla particolare natura della disabilità, accompagnata da dichiarazione di responsabilità circa la sussistenza delle circostanze che giustificano la necessità di assistenza disgiunta.

Cumulo dei permessi per sé e per assistere un familiare

Anche il lavoratore con disabilità grave, che già fruisce dei permessi orari o giornalieri per se stesso, può cumulare a questi il godimento dei 3 giorni di permesso mensile per assistere un proprio familiare disabile grave, senza che debba essere acquisito alcun parere medico legale sulla capacità del lavoratore di soddisfare le necessità assistenziali del familiare anch’esso in condizioni di disabilità grave.

È inoltre possibile la contemporanea fruizione dei 3 giorni di permesso da parte del lavoratore disabile grave e da parte del familiare lavoratore referente per la sua assistenza [1].

Cumulo con i permessi per allattamento e congedo parentale

Lo stesso genitore può fruire sia dei permessi orari per un figlio disabile di età inferiore a 3 anni che dei permessi per allattamento per un altro figlio. Non è invece possibile, in via generale, cumulare i due tipi di permessi se riferiti al medesimo figlio disabile.

Tale criterio trova applicazione anche nel caso di lavoratore disabile che fruisce per se stesso dei permessi orari ed è genitore di un bambino per il quale spettano i permessi per allattamento [2].

In caso di figli gemelli entrambi con grave disabilità, le ore di permesso spettanti raddoppiano [3].

I riposi giornalieri ed i permessi mensili sono cumulabili con il congedo parentale (astensione facoltativa) e con quello per la malattia del figlio.

Lo stesso genitore non può fruire nella stessa giornata dell’astensione facoltativa e dei permessi, mentre è possibile che un genitore fruisca dell’astensione facoltativa e, contemporaneamente, l’altro utilizzi i permessi.

note

[1] INPS mess. 30 dicembre 2011 n. 24705.

[2] INPS mess. 9 maggio 2007 n. 11784.

[3] Cass. sent. n. 4623/2010.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI