Lavoro e Concorsi | Articoli

Concorso pubblico per 173 infermieri, Friuli

9 Settembre 2015 | Autore:
Concorso pubblico per 173 infermieri, Friuli

Aperto un nuovo bando pubblico per l’assunzione di 173 Collaboratori Sanitari Infermieri presso le ASL del Friuli Venezia Giulia.

 

Ben 9 tra le aziende sanitarie della regione Friuli hanno indetto un concorso pubblico, recentemente pubblicato in Gazzetta Ufficiale[1], per assumere un totale di 173 infermieri: i vincitori saranno inseriti come Collaboratori Professionali Sanitari Infermieri , all’interno della Categoria D.

Suddivisione dei posti a concorso

I posti disponibili saranno così suddivisi:

– un totale di 15 posti presso l’ A.A.S. n. 3 dell’Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli;

– un totale di 15 posizioni disponibili presso l’A.A.S. n. 4 – Friuli Centrale;

22 posti disponibili presso l’A.A.S. n. 5- Friuli Occidentale;

– ben 40 posizioni da ricoprire presso l’A.O.U. – Ospedali Riuniti di Trieste;

20 posti a disposizione presso l’A.O.U. Santa Maria della Misericordia di Udine;

– un totale di 20 posizioni presso l’I.R.C.C.S. Burlo Garofolo di Trieste;

15 posti presso l’A.A.S. n.1 Triestina;

20 posizioni disponibili presso l’ A.A.S. n. 2 Bassa Friulana – Isontina;

– infine, 6 posti liberi presso l’I.R.C.C.S., Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.

Requisiti per partecipare al concorso

Per essere ammessi al concorso pubblico per Infermieri , i candidati devono possederei seguenti requisiti:

– essere cittadini italiani, oppure possedere la cittadinanza dell’Unione Europea, o di paesi terzi (con possesso di regolare permesso di soggiorno, e padronanza, nel caso di stranieri, della lingua italiana);

– aver compiuto la maggiore età ed essere iscritti alle liste elettorali;

– possedere una laurea in Infermieristica, classe L/SNT1, oppure un diploma universitario di Infermiere [2], o, ancora, un diploma o attestato conseguito in base al precedente ordinamento, riconosciuto come equipollente al diploma universitario, o, infine, un titolo di studio estero equipollente a quello italiano, riconosciuto con Decreto del Ministero della Salute;

– essere regolarmente iscritti all’albo professionale degli infermieri;

– non avere alle spalle dispense dal pubblico impiego, per aver conseguito la posizione con documenti riconosciuti come falsi o invalidi in maniera non sanabile.

L’iter di selezione

La procedura selettiva sarà articolata in una valutazione dei titoli e nello svolgimento di 3 prove.

La Prima Prova Scritta consisterà nello svolgimento di un elaborato, o potrà essere redatta sotto forma di test a risposta multipla. La verifica verterà sulle seguenti materie:

–infermieristica generale e clinica (conoscenze fondamentali relative all’ambito professionale infermieristico);

–responsabilità deontologica e codice deontologico degli infermieri (ambito della deontologia professionale);

–elementi di normativa sanitaria, disciplina professionale specifica ( ambito legislativo legato al profilo da ricoprire);

– lavoro alle dipendenze della P.A. e del S.S.N., codici di comportamento, cenni sul Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro[3] (area del diritto del lavoro e amministrativo).

Vi sarà, poi, una Seconda Prova Pratica, che consisterà nell’ esecuzione di tecniche specifiche , oppure nella redazione di atti relativi al profilo professionale a concorso (ad esempio, simulazione di interventi infermieristici , utilizzo di protocolli o piani assistenziali).

Infine, si terrà una Verifica Orale, che consisterà in un colloquio attinente non solo alle stesse materie della prova scritta, ma volto anche a vagliare le conoscenze informatiche e di una lingua straniera , a scelta tra inglese, tedesco, francese e sloveno.

Come e quando inviare domanda di concorso

I termini per presentare la domanda per candidarsi al concorso scadono il 1° Ottobre 2015. Le istanze potranno essere presentate soltanto telematicamente, compilando il form che si trova nel sito dell’Ente per la Gestione Accentrata dei Servizi Condivisi, all’interno della pagina dedicata al concorso.

Dopo la compilazione online, la domanda dovrà essere stampata , datata e firmata: dovrà poi essere consegnata durante la prima verifica scritta, assieme a un valido documento d’identità ed alla ricevuta di pagamento della tassa di concorso (di 10,33 Euro) e ad altra eventuale documentazione ( come, ad esempio, dei titoli di preferenza).


note

[1] G.U. IV Serie Conc. Ed Esami, n.67 del 01/09/2015.

[2] Art. 6, Co. 3, D.lgs 502/92.

[3] T.U. 81/2008.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube