Diritto e Fisco | Articoli

Pensione anticipata lavoro notturno, quali i requisiti 2015-2016?

21 settembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 settembre 2015



Mi è stata respinta dall’Inps la domanda di pensione anticipata come lavoratore notturno, compirò 61 anni nel febbraio 2016 ed ho 40 anni di contributi come dipendente: quando andrò in pensione?

Il Decreto del Ministero del Lavoro del 1999 [1], unitamente al successivo decreto legislativo in materia[2], stabiliscono requisiti particolari, più favorevoli, per l’accesso alla pensione, nei confronti non solo dei lavoratori che hanno svolto mansioni usuranti, ma anche di chi ha svolto lavoro notturno, perché l’ usura non è solo correlata alle mansioni in sé, ma anche legata all’orario di lavoro.

Requisiti pensione lavoratori notturni 2015

I requisiti, per chi ha svolto lavoro notturno, sono diversi a seconda del numero delle notti lavorate in un anno: per il 2015, i parametri necessari sono stati resi noti da un recente messaggio Inps [3].

In particolare, chi ha effettuato lavoro in orario notturno per un numero pari o superiore a 78 giorni all’anno, può pensionarsi, inoltrando domanda nel 2015, con almeno 35 anni di contributi, un’età minima di 61 anni e 3 mesi, ed il raggiungimento della quota 97,3(somma di età e contributi), se lavoratore dipendente; se autonomo, fermo il requisito contributivo, l’età minima è di 62 anni e 3 mesi, e la quota 98,3.

Per chi è stato occupato, la notte, dalle 72 alle 77 giornate all’anno, il requisito contributivo è sempre pari ad almeno 35 anni, con, in aggiunta, almeno 62 anni e 3 mesi d’età, ed il raggiungimento della quota 98,3, se dipendente, oppure un’età minima di 63 anni e 3 mesi, assieme al possesso della quota 99,3, se autonomo.

Per chi ha effettuato lavoro notturno da 64 a 71 giornate all’anno, sarà sempre necessaria l’anzianità contributiva di almeno 35 anni , assieme ad un’età minima di 63 anni e 3 mesi, ed il raggiungimento della quota 99,3, se lavoratore dipendente, o di un minimo di 64 anni e 3 mesi d’età, assieme al raggiungimento della quota 100,3 se autonomo.

Va specificato che il lavoro notturno, con tali parametri, deve essere svolto per almeno 7 anni negli ultimi 10 di attività, compreso l’anno di maturazione dei requisiti.

Bisogna sottolineare che i requisiti esposti devono essere maturati entro il 31 dicembre 2015; non è più possibile inoltrare le domande all’Inps, però, poiché le istanze dovevano essere presentate entro il primo marzo 2015, anche per chi avesse maturato i requisiti posteriormente.

Venendo al caso del lettore, compirà 61 anni d’età nel febbraio 2016: non specifica a quale delle tre categorie di lavoratori notturni dipendenti appartenga; supponiamo che si tratti della prima, quella i cui appartenenti svolgono almeno 78 giornate di lavoro notturno all’anno, poiché parla del requisito di 61 anni d’età (anche se, come già detto, il requisito esatto per il 2015 è di 61 anni e 3 mesi). E’ dunque giustificabile il fatto che l’Inps abbia respinto la domanda presentata quest’anno, poiché non aveva ancora compiuto l’età minima necessaria, a prescindere dagli anni di contributi e dalla quota raggiunta.

Il lettore potrà, comunque, presentare domanda il prossimo anno, per il 2016 (ancora l’Inps non ha reso nota la data di termine per la presentazione), anche se i requisiti saranno innalzati, in base all’adeguamento alla speranza di vita.

 

Requisiti pensione lavoratori notturni 2016

Per chi, infatti, ha lavorato per più di 78 notti l’anno, il requisito di età è innalzato a 61 anni e 7 mesi , la quota richiesta sarà di 97,7, mentre il requisito contributivo resterà pari a 35 anni.

Per chi ha svolto lavoro notturno tra le 72 e le 78 notti l’anno, il requisito d’età è aumentato a 62 anni e 7 mesi, la quota a 98,7, mentre i contributi richiesti resteranno pari a 35 anni.

Per chi infine, ha effettuato lavoro notturno per un periodo compreso tra le 64 e le 71 notti in un anno la quota è innalzata a 99,7, e l’età a 63 anni e 7 mesi.

Per i lavoratori autonomi, come già osservato per il 2015, tutti i requisiti dovranno essere innalzati di un’unità.

Domanda e decorrenza pensione lavoratori notturni

Dunque, posto che la domanda per il 2016 dovrà essere inoltrata entro la data indicata dall’Inps con messaggio (solitamente la comunicazione viene effettuata a fine dicembre, ed il termine per le istanze è collocato ai primi di marzo), il lettore maturerà i requisiti a 61 anni e 7 mesi d’età, quindi a settembre 2016; percepirà la pensione dopo 12 mesi di finestra dalla maturazione dei requisiti, quindi nel settembre 2017. La finestra è invece di 18 mesi per i lavoratori autonomi.

 

Requisiti pensione lavoratori notturni 2015 2016

ANNO 2015
Categoria: Dipendenti oltre 78 giornate notturne
 Requisito d’età: 61,3 – Anni di contributi: 35 – Quota: 97,3
Categoria: Autonomi oltre 78 giornate notturne
 Requisito d’età: 62,3  – Anni di contributi: 35  – Quota: 98,3
Categoria: Dipendenti dalle 72 alle 77 giornate notturne
 Requisito d’età: 62,3 – Anni di contributi: 35 – Quota: 98,3
Categoria: Autonomi dalle 72 alle 77 giornate notturne
 Requisito d’età: 63,3 – Anni di contributi: 35 – Quota: 99,3
Categoria: Dipendenti dalle 64 alle 71 giornate notturne
 Requisito d’età: 63,3 – Anni di contributi: 35 – Quota: 99,3
Categoria: Autonomi dalle 64 alle 71 giornate notturne
 Requisito d’età: 64,3 – Anni di contributi: 35 – Quota: 100,3
ANNO 2016
Categoria: Dipendenti oltre 78 giornate notturne
 Requisito d’età: 61,7 – Anni di contributi: 35 – Quota: 97,7
Categoria: Autonomi oltre 78 giornate notturne
 Requisito d’età: 62,7  – Anni di contributi: 35  – Quota: 98,7
Categoria: Dipendenti dalle 72 alle 77 giornate notturne
 Requisito d’età: 62,7 – Anni di contributi: 35 – Quota: 98,7
Categoria: Autonomi dalle 72 alle 77 giornate notturne
 Requisito d’età: 63,7 – Anni di contributi: 35 – Quota: 99,7
Categoria: Dipendenti dalle 64 alle 71 giornate notturne
 Requisito d’età: 63,7 – Anni di contributi: 35 – Quota: 99,7
Categoria: Autonomi dalle 64 alle 71 giornate notturne
 Requisito d’età: 64,7 – Anni di contributi: 35 – Quota: 100,7

note

[1] Decr. Min. Lav. 19/5/1999.

[2] D.lgs 67/2001.

[3] Mess. Inps n. 9963 del 30/12/2014.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

  1. Salve ho 45anni e svolgo lavoro notturno continuato da19 anni e ho 20 anni di contributi avrò qualche bonus tipo riduzione di anni di lavoro

  2. io sono lavoratore marittimo a febbraio compio 61 anni e con 41 anni di contributi effettivi quando dovro andare in pensione

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI