Business | Articoli

Brexit: tutti i titoli italiani che (teoricamente) perdono di più

24 giugno 2016 | Autore:


> Business Pubblicato il 24 giugno 2016



Dal -39% di BPM al -23% di intesa San Paolo, un disastro finanziario (per ora) solo teorico.

Lo scossone ai mercati finanziari dato dalla Brexit va oltre ogni limite mai verificatosi da moltissimi anni.

La sospensione di piazza affari di questa mattina della quale vi abbiamo dato pronta notizia (leggi Piazza affari non apre: terremoto Brexit al via) è stata dovuta a dei ribassi teorici per le società maggiori che stamattina sarebbero stati a cifre incredibili.

Bpm segna a inizio giornata un crollo teorico del 39%; le perdite accusate dalle altre banche arrivano al 33% di Mediolanum fino al 23% di Intesa-Sanpaolo.

Scendono anche i titoli tecnologici, ribasso teorico del 13% per Telecom Italia, scende del 16% Mediaset e anche Poste Italiane subisce un forte ribasso del 12%.

Come detto, ribassi teorici, ma che per le società che sono riuscite a “fare il prezzo” si sono concretizzati, hanno pagato in media un 7,4%.

Ora i titoli sono in lieve recupero, resta prima nei ribassi minori Luxottica che perde solo l’1,1%.

Sale l’Oro, scendono le borse

Se l’oro, bene rifugio per eccellenza sale, scendono tutte le borse, Francoforte cedeva il 6,81% alle ore 10, molto meno del 10% accusato dopo le 9.

La borsa di Parigi stamane era giù dell’8,40% mentre Londra precipita di quasi il 5%, ma è arrivata a perdere il doppio poco prima.

Come si diceva invece l’oro è in forte risalita: ai massimi da quasi due anni a 1.313 dollari l’oncia, in rialzo di dell’8% rispetto alle prime ore della notte quando si pensava ancora che il Remain potesse vincere. In prima mattinata l’oro ha sfondato i 1.355 dollari.

Anche lo Yen sale la sterlina in forte discesa

E lo yen si rafforza di quasi il 3% contro il dollaro a un cambio di 103; la sterlina, cedeva in mattinata il 10%, mentre adesso recupera risalendo al -7,25% a un cambio di 1,38, livelli che non si vedevano dal 1985.

La sterlina segna un passo negativo – ironicamente – anche contro l’euro: la discesa è del 5,74% a 0,8084.

Si alza lo Spread BTP-Bund

Lo spread BTP-Bund a 10 anni sale impennandosi sino a 160 punti base, e sembra essersi calmatosi a fronte di un rialzo al di sopra i 190 in nottata.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI