HOME Articoli

Lo sai che? Caduta al supermercato: il titolare deve risarcire i danni

Lo sai che? Pubblicato il 24 settembre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 24 settembre 2015

Il gestore del supermercato deve risarcire i danni subiti dal cliente, che sia scivolato sul pavimento bagnato, vicino al banco della frutta e delle verdure.

I danni subiti in conseguenza di una caduta sul pavimento scivoloso del reparto ortofrutticolo di un negozio devono essere risarciti dal titolare dell’azienda.

Potrebbe capitare che il cliente cada rovinosamente a terra, a causa della presenza di acqua, di foglie di verdura o di pezzi di frutta, che siano cascati dal banco ortofrutticolo, all’interno del quale erano in esposizione.

In realtà, né il pavimento, né il pezzo di frutta o di verdura sono – se considerati singolarmente – pericolosi, ma la presenza di questi ultimi oggetti a terra rende instabile la superficie di appoggio del piede del cliente, creando delle circostanze potenzialmente dannose.

Non rileva l’eventuale comportamento distratto tenuto dal consumatore.

Questi, infatti, può ragionevolmente aspettarsi che il pavimento sia asciutto, perché il supermercato è – in condizioni di normalità – un luogo di notevole afflusso di gente e, pertanto, le probabilità di caduta per terra – quando il pavimento sia bagnato – sono molte di più rispetto ad un luogo di privata abitazione.

Ci si attende, inoltre, che il consumatore presti attenzione a scegliere i prodotti, per cui un pavimento inaspettatamente scivoloso rappresenta un’insidia, in violazione della legittima fiducia, che l’avventore ripone sulle ordinarie condizioni di igiene e di sicurezza del luogo, in cui si trova.

La responsabilità del gestore del supermercato sussiste perché egli è il custode degli oggetti ivi presenti, del pavimento e dell’intero negozio. In ragione di ciò, egli è obbligato a rispondere dei danni subiti dalle cose, sottoposte alla suo controllo ed alla sua vigilanza [1].

Al fine di ottenere il risarcimento dei danni, la vittima deve provare che la cosa in custodia al gestore del negozio (frutta, verdura, pavimento scivoloso) abbia causato il pregiudizio subito dalla stessa [2].

Di contro, il gestore può evitare di dover risarcire i danni, soltanto se riesce a fornire la prova del caso fortuito: ossia dimostrare che la caduta è avvenuta per causa di un evento imprevedibile ed eccezionale, o per causa della condotta del cliente (si pensi a dei ragazzi che giochino a rincorrersi all’interno del supermercato) [3].

Avv. Daniela Meo

note

[1] Art. 2051 del codice civile.

[2] Trib. Roma, sent. n. 13162 del 25.06.2012.

[3] Trib. Trento, sent. n. 726 del 01.08.2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI