Diritto e Fisco | Articoli

Fotovoltaico: pannelli senza bonus sull’immobile in stato grezzo

4 Ottobre 2015
Fotovoltaico: pannelli senza bonus sull’immobile in stato grezzo

È possibile fruire delle detrazioni fiscali conseguenti all’installazione di pannelli fotovoltaici, nel caso in cui l’immobile oggetto degli interventi sia in stato grezzo, e non ancora completamente accatastato?

Il proprietario dell’immobile ancora in stato grezzo, e quindi non completamente accatastato, non può sfruttare le detrazioni fiscali previste per l’impianto fotovoltaico. Ciò perché l’intervento è eseguito su fabbricato in corso di costruzione, e non su un fabbricato già esistente, condizione quest’ultima per ottenere il bonus. Anche le spese inerenti all’installazione dell’impianto fotovoltaico su abitazioni, o al potenziamento degli stessi impianti, in quanto interventi di manutenzione straordinaria, sono ammesse alla detrazione del 50%.
L’agenzia delle Entrate, con una specifica risoluzione ha ammesso le spese per gli impianti fotovoltaici tra quelle cui si applica la detrazione del 50%, quali impianti basati sull’impiego di fonti rinnovabili di energia, anche in assenza di opere edilizie, senza necessità di acquisire una specifica certificazione. Tuttavia, è possibile ottenere le agevolazioni fiscali del 50% solo se l’intervento di costruzione dei pannelli solari viene eseguito su un fabbricato abitativo già esistente prima dell’intervento (e cioè su un fabbricato ultimato) e non su un fabbricato in corso di costruzione (al grezzo), non accatastato.

In definitiva, nel caso di immobile ancora allo stato grezzo, il contribuente non potrà applicare né la detrazione del 65% (esclusa per il fotovoltaico) né quella del 50% in quanto l’intervento è eseguito su un fabbricato in corso di costruzione, e non su un fabbricato già esistente prima dell’intervento (vale a dire un fabbricato già ultimato).



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube