Diritto e Fisco | Articoli

Isee separati, divorziati o conviventi, cosa dichiarare?

6 ottobre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 ottobre 2015



Quale modello Isee presentare per nucleo con genitori non sposati conviventi, separati o divorziati.

Il concetto di nucleo familiare, nel tempo, è diventato flessibile e comprende diverse tipologie: dalla classica famiglia con due genitori sposati e conviventi, sono oggi sempre più diffusi i nuclei monoparentali, quelli in cui i genitori convivono ma non sono coniugati, e, ancora, le famiglie allargate, con genitori separati o divorziati che si risposano ed hanno figli con persone diverse.

Le situazioni un tempo considerate “anomale”, insomma, ora sono la norma: ma come ci si deve comportare per la presentazione del modello Isee, quando siamo in presenza di nucleo con genitori non sposati, separati o divorziati?

Vediamo, in questo breve vademecum, la soluzione, in termini di dichiarazione Isee, alle situazioni più diffuse.

Isee genitori non coniugati ma conviventi

Poiché risultano residenti nella stessa abitazione, i genitori fanno parte dello stesso nucleo familiare, anche se non sono sposati. Andrà dunque presentato il modello Isee ordinario, con una particolarità: nel quadro FC1, alla voce “relazione”, il genitore diverso dal dichiarante deve essere indicato con ruolo “P-altra persona nel nucleo”.

Isee genitori coniugati ma con diversa residenza

In questa situazione, ai fini anagrafici, vi sono due stati di famiglia diversi, ma, ai fini Isee, il nucleo familiare è uno solo: la situazione è quindi uguale a quella dei coniugi conviventi, ma, visto che gli stati di famiglia sono due, si dovrà precisare quello a cui far riferimento nella dichiarazione, per stabilire eventuali altri componenti del nucleo.

Quando uno dei coniugi ha una diversa residenza, il dichiarante dovrà allora compilare il quadro B, Terza sezione del modello Isee, indicando la sua residenza, se è suo lo stato di famiglia preso a riferimento, oppure quella del coniuge, quando lo stato di famiglia di riferimento è di quest’ultimo.

La scelta della residenza a cui riferirsi deve essere presa di comune accordo, in mancanza andrà indicata l’ultima residenza comune dei coniugi.

Se uno dei due coniugi risiede all’estero ed è iscritto all’Aire, andrà comunque indicato nella dichiarazione Isee.

Isee genitori separati di fatto

Per i separati di fatto, valgono le stesse indicazioni per i genitori coniugati, con o senza diversa residenza, in quanto la separazione deve essere legale o consensuale, o tramite negoziazione assistita.

Isee coniugi separati e conviventi

Il genitore ufficialmente separato che risulta sempre residente nella casa familiare, dunque nello stesso stato di famiglia dell’altro coniuge, rientra nel nucleo di quest’ultimo e va indicato nella dichiarazione Isee, assieme ai suoi dati reddituali e patrimoniali, all’interno del quadro FC1 con la relazione “P- altra persona nel nucleo” (come se fosse un convivente non coniugato).

Se non si vogliono inserire nel modello i redditi e il patrimonio del genitore separato, questi dovrà trasferire la propria residenza altrove.

Isee separati o divorziati non conviventi

Se due genitori sono separati o divorziati, ed il figlio convive soltanto con uno di essi, si possono verificare le seguenti situazioni:

– se il figlio è minorenne, viene considerato nel nucleo del genitore convivente, ma con delle particolarità, per le quali si dovrà presentare l’apposito modello Isee minorenni 2015: per capire quando e come va presentata questa dichiarazione, leggi il nostro approfondimento Isee minorenni 2015;

– se il figlio è maggiorenne, va inserito nel nucleo familiare della persona di cui è fiscalmente a carico ai fini Irpef, anche se indicato in altro stato di famiglia perché non convive col genitore responsabile del mantenimento;

– se il figlio maggiorenne è a carico Irpef di più soggetti, farà parte del nucleo familiare del soggetto con cui risulta convivente.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

5 Commenti

  1. Salve!
    Devo fare ISEE per Università.
    Sono nucleo autonomo lavoratore però dipendo da altri che hanno la stessa residenza con me perche non vogliono presentare i suoi dati del reddito per la compilazione ISEE. cosa posso fare?
    Grazie!

  2. SALVE!
    ho un figlio maggiorenne, convivente nel mio nucleo familiare, composto da madre divorziata e risposata in comunione di beni, ai fini dell’isee universitario, quali sono i redditi da considerare?

  3. Salve volevo un informazione…io devo fare l isee..non ho figli però convivo con il mio compagno da diversi anni..
    Volevo sapere se devo dichiararlo..aspetto una risposta grazie..

  4. Ciao sono separata da poco.
    Finora non ho fatto isee perché entrambi dipendenti e con altri redditi (dell’altro coniuge) e si superava il limite.
    Abbiamo sempre pagato trasporti e università a “Prezzo pieno”.
    Ora che sono separata e sto trasferendo la residenza la figlia universitaria dove è più conveniente farla risiedere?
    In realtà mio marito vive nella casa coniugale (é sua), io sono in affitto e mia figlia o vive con me o dorme dal suo ragazzo. Specifico che la manteniamo entrambi al 50%.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI