HOME Articoli

Lo sai che? Se il genitore impedisce al nonno di vedere i nipoti

Lo sai che? Pubblicato il 7 ottobre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 7 ottobre 2015

Il diritto dei nonni a mantenere un rapporto significativo con i nipoti trova tutela in Italia e in Europa ma a condizione che non pregiudichi l’interesse dei bambini.

Il genitore non può impedire al nonno di frequentare il nipote ma spetta al giudice decidere cosa è meglio per l’interesse del bambino. La tutela del rapporto significativo tra ascendenti e nipoti è riconosciuta in Italia e all’estero. Vediamo come.

La legge italiana riconosce ai nonni il diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni. Qualora il genitore o altra persona impedisca l’esercizio di tale diritto, i nonni possono ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché vengano adottati i provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore [1].

Il diritto ai rapporti significativi con i minori non è però assoluto e incondizionato. Esso può essere esercitato solo se il giudice accerta che al minore faccia bene la frequentazione dei nonni.

Difatti la legge pone al centro della tutela l’interesse del minore ad una crescita personale sana ed equilibrata, lontano da possibili conflitti e relazioni pregiudizievoli.

La soluzione presuppone allora il compimento da parte del giudice di vere e proprie indagini sulla famiglia e, necessariamente, l’ascolto dei minori affinché possano emergere la loro volontà e le loro esigenze.

Tale principio vale anche negli altri Paesi, come espressamente riconosciuto da una recente sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo [2]. Quest’ultima ha equiparato il ruolo dei nonni a quello dei genitori, prevedendo l’obbligo di ciascuno Stato di favorire la conciliazione tra nonni e nipoti minorenni, sempre avuto riguardo all’interesse di questi ultimi. Il rapporto nonni-nipoti è infatti tra i legami familiari tutelati dalla Carta europea dei diritti dell’uomo [3].

Dunque, i nonni possono sempre rivolgersi al giudice nazionale per esprimere le loro esigenze di tutela e ottenere eventualmente il riconoscimento del diritto di visita e l’obbligo del genitore a consentirne l’attuazione.

Va tuttavia precisato che il riconoscimento del diritto dei nonni deve conciliarsi con la tutela del minore. Se quest’ultimo si trova all’estero, l’esercizio pratico del diritto di visita è molto complesso e devono intervenire le autorità interne dei singoli Stati.

Il giudice non potrà infatti obbligare il minore a rientrare in Italia visto che ciò potrebbe comunque destabilizzarlo; né in ogni caso può imporgli di vedere i nonni.

La questione è molto delicata ed è pertanto opportuno rivolgersi al Tribunale per ottenere una soluzione ottimale che tuteli da un lato il diritto dei nonni e dall’altro il benessere dei nipoti.

note

[1] Art. 317 bis cod. civ.

[2] CEDU sent. del 20 gennaio 2015.

[3] Art. 8 Cedu.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Quasi quasi non cerdo più nella legge sono quasi 2 anni che combatto per vedere i miei nipoti e non ci riesco ,finalmente il giudice vuol perlare con i bambini e mia figlia trova la scusa che sono malati ,significa che ogni qualvolta verrà chiamata lei trova una scusa e non andrà il tempo passa e passano gli anni non è vero che si fanno gli interessi dei minori perché ogni decisione che il giudice deve prendere passano mesi e i bambini intanto soffrono la mia lontananza nessuno guarda i sentimenti dei bambini mia figlia li sta usando come burattini nelle sue mani .

  2. Io sono nelle tue condizioni ho dato tanto ma ho un genero non tanto normale e jn a figlia strozza…Gli. Ho venduto una casa bella….Molto bella e la attività ….Ora mi hanno tolto i bambini perché mio genero dice che è 25 anni che c’è l ha. Con me .non so perché l ho sempre portato con me al mare l ho mandato in montagna ma foresta gli ho offeso il babbo.volevo rivolgermi al giudice ma se dici così te..Non vale la pena..scusa lo sfogo.meri

  3. anch’io ho lo stesso problema con mia nuora non mi porta mio nipote perché da 2mesi me lo fa vedere solo se vado io q casa sua .non è giusto anche noi i nonni paterni abbiamo il diritto e la gioia di avere nostro nipote a casa nostra anche due volte al mese. penso che non stiamo chiedendo nulla do anormale

  4. io ho una nipotina di 4 anni mio figlio che lavora a modena e la ex compagna vicino a casa nostra non ce la vuole portare (sono due mesi che non la vedo) non so a chi rivolgermi e cosa fare mio marito ed iosiamo rispettivamente 74/70 anni. Mio figlio ha vissuto con noi 6 mesi in attesa di trovare una sistemazione e la vedevo spesso Ora che si è sistemato noi a Baricella (BO) lui lavora a usl di Modena. ha trovato una casa ma va a prender la figlia dalla ex compagna e, visto che è vicina da noi non viene mai. Sono due mesi che non la vedo e al telefono >(chiaramente) di ciao ma non si ricorda bene chi siamo che devo fare?

  5. Buonasera e grazie a chiunque mi legga .

    Sono una nonna di Padova.
    Desidero solo il nome di un avvocato serio e forte che conosca molto bene la materia inerente al caso generico ” nonni alla quale è impedito vedere i nipoti “

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI