Diritto e Fisco | Articoli

Certificato di assicurazione: ancora obbligatorio in auto

12 ottobre 2015


Certificato di assicurazione: ancora obbligatorio in auto

> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 ottobre 2015



La cancellazione dell’obbligo di esporre il tagliando dell’assicurazione Rc-auto non fa venir meno quello di conservare il certificato di assicurazione in auto per fornire gli estremi della polizza in caso di incidenti.

Certificato di assicurazione ancora nel cruscotto: attenzione a non cadere in equivoci; nonostante le novità legislative che hanno cancellato l’obbligo di esporre sul parabrezza il tagliando dell’assicurazione rc-auto (il cosiddetto contrassegno assicurativo), resta ancora in vigore il diverso obbligo di tenere a bordo auto il certificato di assicurazione. Tale documento, infatti, servirà, in caso di sinistro stradale, a fornire gli estremi della propria polizza rc-auto alla controparte o alle autorità eventualmente intervenute, nonché a compilare il modulo blu; avrà inoltre la funzione di dimostrare di essere assicurati anche quando la propria polizza non risulta nel Sita. Chi circola senza il certificato continuerà dunque a rischiare una multa di 41 euro e a vedersi richiesto di esibire il documento entro un termine indicato dagli agenti.

Invece, viene cancellato dal 18 ottobre 2015 l’obbligo di esporre sul parabrezza il contrassegno dell’assicurazione. In caso di controllo su strada, gli agenti interpelleranno la banca dati Sita, creata dalla Motorizzazione su dati Ania, che però potrebbe avere qualche problema di aggiornamento (le compagnie assicurative hanno una rete di vendita ramificata). Anche a questo servirà conservare il certificato di assicurazione: infatti, se il veicolo risulterà scoperto sulla Sita, il conducente potrà sempre dimostrare il contrario col certificato di assicurazione.

Per chi deve rinnovare l’assicurazione in questi giorni non cambia nulla: riceverà ugualmente il contrassegno in formato cartaceo fino a febbraio 2016, anche se potrà fare a meno di esporlo in auto, potendolo anche conservare, come prova di pagamento, a casa. Per tutte le risposte alle domande più frequenti leggi: “Niente contrassegno di assicurazione sul vetro dell’auto”.

Per quanti temono che la dematerializzazione del certificato di assicurazione potrebbe portare a dimenticarsi di rinnovare la polizza, non leggendo più la scadenza sul cruscotto, non ci sono rischi: ogni automobilista riceve un avviso dalla compagnia e potrà sempre verificare la propria posizione su “iPatente”, la app della Motorizzazione.
Tra le altre novità per automobilisti, è appena entrata in vigore la riforma del Pra che porterà alla definitiva eliminazione di tutti i relativi uffici: da lunedì scorso, 5 ottobre, il Pubblico registro automobilistico non rilascia più i certificati di proprietà: fanno fede le risultanze della sua banca dati. Anche la firma del venditore del veicolo non sarà più apposta su carta, ma su un supporto digitale. In questo modo non sarà più possibile smarrire il certificato (la cui tariffa rimane, comunque, identica).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

  1. Salve. Scusate un chiarimento: dite sopra che “attenzione a non cadere in equivoci; nonostante le novità legislative che hanno cancellato l’obbligo di esporre sul parabrezza il tagliando dell’assicurazione rc-auto (il cosiddetto contrassegno assicurativo), resta ancora in vigore il diverso obbligo di tenere a bordo auto il certificato di assicurazione.”

    E poi sotto:

    Per chi deve rinnovare l’assicurazione in questi giorni non cambia nulla: riceverà ugualmente il contrassegno in formato cartaceo fino a febbraio 2016, anche se potrà fare a meno di esporlo in auto, potendolo anche conservare, come prova di pagamento, a casa.

    Significa che dal 2016 si potra lasciare casa, o non si potrà mai lasciare a casa?

    Grazie
    Cordiali saluti

    1. @ANDREA: il CERTIFICATO deve rimanere nel cruscotto; il CONTRASSEGNO (o TAGLIANDO) invece non deve più essere esposto obbligatoriamente dal 18 ottobre prossimo

  2. Sono un Sordo come spiego il mio assicurato fino 24 Maggio 2016 scadenza che devo fare adesso certificato o penso loro assicurazione comunicazione io no lo so fare azzuro dei sordi nazionale no so niene voce.

  3. salve, i vigili urbani hanno multato mio figlio perchè non aveva a bordo il certificato di proprietà seppur aveva esposto sul parabrezza il tagliando assicurativo. E’ giusto così ?? deve pagare ugualmente la multa ?? grazie x la risposta.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI