Diritto e Fisco | Articoli

Ragazzina violentata da un anziano col consenso dei genitori: no patteggiamento

9 Marzo 2012
Ragazzina violentata da un anziano col consenso dei genitori: no patteggiamento

Cassazione: niente patteggiamento se il reato è di estrema gravità come quello di stupro.

La Cassazione [1] ha detto stop alla possibilità per gli imputati di chiedere il patteggiamento in presenza di crimini particolarmente efferati: come nel caso dello stupro, ripetuto per cinque mesi, ai danni di una giovane ragazzina. Nel caso deciso dalla Corte, il violentatore era un ultra settantenne che aveva agito con l’accordo dei genitori della vittima.

L’uomo, dopo la denuncia, aveva risarcito il danno e richiesto il rito sommario del patteggiamento (consiste in un accordo tra il difensore e la pubblica accusa, teso a procurare all’imputato una riduzione di pena o un’imputazione meno grave, in cambio della sua ammissione di colpevolezza).

I giudici, tuttavia, hanno rigettato l’istanza alla luce della gravità del fatto e della notevole differenza di età tra l’imputato e la parte lesa.

 

 


note

[1] Cass. sent. n. 9176 dell’8 marzo 2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube