I risultati prodotti dalla tua ricerca:

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usucapio libertatis

Usucapio libertatis [usucapione della libertà] (d. civ.): Principio in base al quale chi usucapisce, se ha posseduto il bene come libero da pesi o da diritti reali altrui, ne acquista la piena e libera proprietà, a prescindere da eventuali pesi gravanti su di essa e mai fatti valere durante il periodo di usucapione [vedi]. Tale istituto…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usucapione

Usucapione (d. civ.): È un modo di acquisto di diritti a titolo originario, in virtù del quale il possesso protratto per un certo tempo e, talora, la presenza di altri requisiti, produce l’acquisto della proprietà o dei diritti reali di godimento a seconda del differente animus del possessore. Le ragioni che giustificano l’  Usucapione  sono: —  l’esigenza…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usufrutto

Usufrutto (d. civ.): È un diritto reale di godimento su cosa altrui [vedi Diritti soggettivi]. Si concreta nel diritto riconosciuto all’usufruttuario di godere ed usare della cosa altrui, traendo da essa tutte le utilità che può dare, compresi i frutti che essa produce, con l’obbligo di non mutarne la destinazione economica (artt. 981, 984 c.c.) (ius…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usura

Usura (d. pen.) L’ Usura  consiste nella pretesa di interessi eccessivi da parte del creditore sul danaro dato in prestito. La gestione dell’attività usuraria costituisce uno dei principali mezzi di riciclaggio [vedi] del danaro «sporco», provento delle attività illecite delle grandi organizzazioni criminali. Per contrastare tale fenomeno la L. 108/1996 ha riformulato il reato di Usura  previsto…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usurpazione

Usurpazione Usurpazione di funzioni pubbliche (d. pen.) L’art. 347 c.p. prevede due distinte ipotesi criminose: —  commette la prima chiunque usurpa una funzione pubblica o le attribuzioni inerenti ad un pubblico impiego (co. 1); —  commette la seconda il pubblico ufficiale o impiegato il quale, avendo ricevuto partecipazione del provvedimento che fa cessare o sospendere le…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Utile

Utile (d. comm.): È il vantaggio monetario ricavato da una attività economica. L’ Utile si dice: —  finale, se si ottiene quando l’attività del­l’impresa cessa ed è rappresentato, quindi, dalla eccedenza del totale dei ricavi conseguiti sul totale dei costi sostenuti nell’esercizio dell’impresa; —  di esercizio, quando invece indica il risultato di un singolo periodo amministrativo ed,…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Utile per inutile non vitiatur

Utile per inutile non vitiatur [ciò che è utile non è viziato da ciò che è inutile]: Fondamentale principio, rilevante in tema di conservazione del negozio giuridico, in base al quale i vizi che inficiano una clausola di un atto non necessariamente comportano l’invalidità dell’intero negozio, quando la clausola viziata non è stata considerata fondamentale dalle…

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Utilità sociale

Utilità sociale (d. cost.): Finalità cui va indirizzata ogni iniziativa economica [vedi] per il raggiungimento della maggior quantità di benessere per il maggior numero di individui (secondo la classica definizione benthamiana). Per la Costituzione (art. 41) il progresso economico non è un fine, ma semplicemente uno strumento per la realizzazione dei valori fondamentali della persona.

Che significa? | 20 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Uxoricidio

Uxoricidio (d. pen.): È così denominato l’omicidio del coniuge [vedi Omicidio].

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ultra dimidium

Ultra dimidium [oltre la metà](d. civ.): L’espressione è adoperata per indicare uno dei presupposti necessari ai fini dell’esercizio dell’azione generale di rescissione [vedi] per lesione (art. 1448 c.c.): l’azione è proponibile solo se la lesione prodotta dalla sproporzione tra le reciproche prestazioni ecceda della metà il valore che la prestazione promessa o eseguita dalla parte danneggiata…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Usi

Usi Usi aziendali (d. civ.) Hanno il valore di mera prassi aziendale e, difettando del carattere della generalità, trovano applicazione solo all’interno della specifica organizzazione aziendale. Si tratta, invero, di Usi  cd. negoziali e cioè di prassi adottate nei confronti dei lavoratori nell’ambito di una azienda, che non possono avere alcun valore di fonte del diritto, potendo…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ultrapetizione

Ultrapetizione (o ultra petita) (d. p. civ.): Nel processo civile, il divieto di decidere ultra (od extra) petita partium (ossia al di là delle richieste delle parti) costituisce un limite posto al potere decisionale del giudice. Ai sensi all’art. 112 c.p.c. il giudice deve decidere su tutta la domanda e non oltre (o fuori) i limiti…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Uso

Uso Uso della forza (d. int.) Nel diritto internazionale classico l’ Uso della forza per la risoluzione delle controversie internazionali era considerato assolutamente lecito e poteva concretizzarsi sia nel ricorso alla guerra [vedi] che in misure di rappresaglia [vedi] armata. Tale liceità costituiva un logico corollario del carattere intangibile della sovranità [vedi] dello Stato. Soltanto a partire…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ultrattività della legge

Ultrattività della legge Ultrattività della legge nel tempo (t. gen.) Fenomeno per cui si continua ad applicare una legge anche se essa è stata abrogata o sostituita. Tale principio eccezionale viene applicato in diritto penale per la legge più favorevole al reo. Ultrattività della legge nello spazio (t. gen.) Benché esista il principio che le norme giuridiche…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ubi civitas, ibi ius

Ubi civitas, ibi ius [dove esiste uno Stato, là esiste la legge] L’ordinamento giuridico, anche se non sempre coincide con l’ordinamento statale, inerisce, di solito, alle società politiche e si inquadra quindi nell’ambito dell’ordinamento dello Stato. Secondo la tesi della statualità del diritto, sintetizzata dal brocardo in esame, l’ordinamento giuridico si caratterizza per il fatto…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ubi societas, ibi ius

Ubi societas, ibi ius [dove esiste una società umana, là esiste la legge]: Principio giuridico che sta ad indicare che l’ordinamento giuridico è l’elemento caratterizzante ed imprescindibile di qualsiasi organizzazione sociale. Poiché numerose sono le organizzazioni sociali, numerosi e differenti possono essere gli ordinamenti giuridici (si pensi a quello canonico, a quello statale, a quello sportivo,…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Unidroit

Unidroit (d. int.): Organizzazione internazionale istituita per l’armonizzazione delle legislazioni interne afferenti i rapporti privatistici, tra i singoli Stati. L’Unidroit, che ha sede in Roma, utilizza i contributi dei maggiori giuristi internazionali per elaborare progetti di Convenzioni di armonizzazione tra i diversi ordinamenti giuridici degli Stati contraenti.

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Ubriachezza e intossicazione da alcool

Ubriachezza e intossicazione da alcool (d. pen.): È una causa di esclusione della imputabilità [vedi] determinata dall’uso eccessivo di sostanze alcooliche. Il consumo di alcool, infatti, importa conseguenze dannose sulla psiche del soggetto, graduabili a seconda che l’ubriachezza sia piena o meno (art. 91 ss. c.p.). Inoltre, le conseguenze del reato mutano a seconda che l’ubriachezza…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Unificazione degli Stati

Unificazione degli Stati [o fusione] (d. int.) Con l’ Unificazione degli Stati  si ha l’estinzione degli Stati preesistenti e la nascita di un nuovo Stato. Gli Stati che si unificano spesso danno vita ad uno Stato federale [vedi]. Non può essere considerata una forma di unificazione una Confederazione di Stati [vedi]: in questo caso, infatti, gli…

Che significa? | 19 Ott 2015 | di Edizioni Simone

Udienza

Udienza (d. p. civ.) (d. p. pen.): È il periodo di tempo giornaliero in cui ha luogo, nell’apposita aula, l’attività giudiziaria diretta alla celebrazione dei dibattimenti [vedi Dibattimento] e alla trattazione [vedi Trattazione della causa] delle cause civili e penali. L’Udienza, di regola pubblica, in alcuni casi deve o può svolgersi a porte chiuse. Nel processo…

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI