Codice antimafia Agg. il 23 Ottobre 2015

Art. 33 codice antimafia: L’amministrazione giudiziaria dei beni personali

codice-antimafia

Codice antimafia Agg. il 23 Ottobre 2015



1. Nei confronti dei soggetti indicati nell’articolo 4, comma 1, lettere c), d), e), f), g) ed h) il tribunale puo’ aggiungere ad una delle misure di prevenzione previste dall’articolo 6, quella dell’amministrazione giudiziaria dei beni personali, esclusi quelli destinati all’attivita’ professionale o produttiva, quando ricorrono sufficienti indizi che la libera disponibilita’ dei medesimi agevoli comunque la condotta, il comportamento o l’attivita’ socialmente pericolosa.

2. Il tribunale puo’ applicare soltanto l’amministrazione giudiziaria se ritiene che essa sia sufficiente ai fini della tutela della collettivita’.

3. L’amministrazione giudiziaria puo’ essere imposta per un periodo non eccedente i 5 anni. Alla scadenza puo’ essere rinnovata se permangono le condizioni in base alle quali e’ stata applicata.

4. Con il provvedimento con cui applica l’amministrazione giudiziaria dei beni il giudice nomina l’amministratore giudiziario di cui all’articolo 35.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube