Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Art. 1331 codice civile: Opzione

codice-civile

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Quando le parti convengono che una di esse rimanga vincolata alla propria dichiarazione e l’altra abbia facoltà di accettarla o meno, la dichiarazione della prima si considera quale proposta irrevocabile per gli effetti previsti dall’art. 1329 (1).

Se per l’accettazione non è stato fissato un termine, questo può essere stabilito dal giudice.

Commento

Proposta irrevocabile: [v. 1329]; Accettazione: [v. 1326].

 

Opzione: accordo che interviene tra due parti, in cui una resta vincolata alla proposta fatta e l’altra ha la possibilità di accettare o meno. Il patto di (—) è valido quando la proposta è completa, ossia contiene tutti gli elementi essenziali del contratto che si vuole concludere.

 

(1) La proposta irrevocabile, oltre che risultare da un impegno unilaterale [v. 1329], può derivare da un contratto di opzione (preparatorio rispetto al contratto finale) che vincola una parte a non ritirare la propria proposta (irrevocabile) entro un certo termine, rimettendo all’altra parte (opzionario) la decisione sulla conclusione del contratto, ossia il diritto di accettare o meno tale proposta (diritto di opzione).

Il proponente è liberato dal vincolo quando, entro la scadenza del termine fissato, l’opzionario non si è avvalso della facoltà di accettare il contratto.

Generalmente il contratto di opzione prevede un premio a favore del proponente, cioè un compenso.

Il patto di opzione è regolato con una proposta irrevocabile.

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI