Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Art. 743 codice civile: Società contratta con l’erede

codice-civile

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Non è dovuta collazione di ciò che si è conseguito per effetto di società (1) contratta senza frode tra il defunto e alcuno dei suoi eredi, se le condizioni sono state regolate con atto di data certa (2).

Commento

Collazione: [v. 737]; Società: [v. Libro V, Titolo V].

 

Frode: comportamento diretto ad abusare dell’altrui fiducia in difformità del generale principio di buona fede [v. 1175, 1337, 1375]. Nell’ipotesi specifica si identifica con l’intenzione di ledere il diritto degli altri coeredi.

 

(1) L’articolo in commento non si applica all’associazione in partecipazione [v. 2549].

 

(2) Al contrario, se manca la data certa o ricorre la frode, l’erede dovrà restituire i proventi ottenuti dall’esercizio sociale.

 

Fondamento della norma in esame è la presunzione [v. 2727] che l’uso dello strumento societario tra il defunto e alcuno dei coeredi sia volto a nascondere una donazione [v. 769] per evitare che i vantaggi conseguiti dall’erede debbano essere conferiti a titolo di collazione.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI