Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 108 codice della strada: Rilascio del certificato di idoneità tecnica alla circolazione e della carta di circolazione delle macchine agricole

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Per essere immesse in circolazione le macchine agricole, con le esclusioni previste dall’art. 107, comma 1, devono essere munite di un certificato di idoneità tecnica alla circolazione ovvero di una carta di circolazione.

2. Il certificato di idoneità tecnica alla circolazione, la carta di circolazione, ovvero il certificato di approvazione sono rilasciati a seguito dell’esito favorevole dell’accertamento di cui all’art. 107, comma 1, sulla base di documentazione idonea a stabilire l’origine della macchina agricola. Nel regolamento sono stabiliti il contenuto e le caratteristiche del certificato di idoneità tecnica e della carta di circolazione.

3. Per le macchine agricole non prodotte in serie, compresi i prototipi, la documentazione di origine è costituita dal certificato di origine dell’esemplare rilasciato dalla fabbrica costruttrice o da chi ha proceduto alla costruzione del medesimo. Qualora gli accertamenti siano richiesti per macchine agricole costruite con parti staccate, deve essere inoltre esibita la documentazione relativa alla provenienza delle parti impiegate.

4. Per le macchine agricole di tipo omologato prodotte in serie il costruttore o il suo legale rappresentante rilascia all’acquirente una formale dichiarazione, redatta su modello approvato dal Ministero dei trasporti e della navigazione, attestante che la macchina agricola, in tutte le sue parti, è conforme al tipo omologato. Di tale dichiarazione il costruttore assume la piena responsabilità a tutti gli effetti di legge. La dichiarazione di conformità, quando ne sia ammesso il rilascio, ha anche valore di certificato di origine.

5. Per le macchine agricole di tipo omologato il certificato di idoneità tecnica alla circolazione ovvero la carta di circolazione vengono rilasciati sulla base della dichiarazione di conformità, senza ulteriori accertamenti.

6. Chiunque rilascia la dichiarazione di conformità per macchine agricole non conformi al tipo omologato è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682.

7. Il rilascio del certificato di idoneità tecnica o della carta di circolazione è sospeso qualora emergano elementi che facciano ritenere la possibilità della sussistenza di un reato perseguibile ai sensi delle leggi penali.

Commento

Sebbene trattori, mietitrebbiatrici e aratri sono mezzi utilizzati in agricoltura, ciò non impedisce al codice della strada di considerarli come veicoli a tutti gli effetti. Trattori, mietitrebbiatrici e aratri, infatti, rientrano nella categoria generale delle macchine agricole, ossia delle macchine a ruote o a cingoli destinate ad essere impiegate nelle attività agricole e forestali, che possono circolare su strada, ma solo entro certi limiti. In particolare, le macchine agricole possono circolare per:

  • essere trasferite da un luogo all'altro;
  • il trasporto per conto delle aziende agricole e forestali di prodotti agricoli e sostanze di uso agrario;
  • il trasporto degli addetti alle lavorazioni;
  • il trasporto delle attrezzature destinate alla esecuzione delle attività agricole e forestali.

Allo stesso modo di quanto previsto per macchine, camion e per tutti gli altri veicoli costruiti per il trasporto di cose o per il trasporto di persone, anche le macchine agricole devono rispettare le prescrizioni relative alle caratteristiche tecniche e costruttive previste dalla legge. Per esempio, tutte le macchine agricole devono essere muniti di dispositivi di frenatura, di ruote o cingoli idonei per la marcia su strada e di dispositivi amovibili per la protezione dalle parti pericolose. Oltre alle prescrizioni di tipo tecnico-costruttivo, poi, il codice della strada prevede che per la circolazione su strada è necessario che le macchine agricole siano immatricolate e munite dei documenti di circolazione indicati dalla legge.

In proposito, l'art. 108 del codice della strada si occupa proprio di disciplinare le questioni relative al rilascio del certificato di idoneità tecnica alla circolazione e della carta di circolazione delle macchine agricole, nel caso in cui l'accertamento dei citati requisiti di idoneità dovesse concludersi con esito positivo. Per poter circolare, infatti, le macchine agricole devono essere munite del certificato di idoneità tecnica alla circolazione oppure della carta di circolazione.

Qual è la differenza tra il certificato di idoneità tecnica alla circolazione e la carta di circolazione di una macchina agricola?

Come abbiamo appena detto, il certificato di idoneità tecnica e la carta di circolazione sono necessari affinché la macchina agricola possa circolare su strada. Entrambi i documenti, inoltre, sono rilasciati in seguito all'accertamento, effettuato dagli uffici competenti del Dipartimento per i trasporti terrestri o da strutture o Enti aventi i requisiti stabiliti con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, dei dati di identificazione, della potenza del motore e della corrispondenza alle prescrizioni tecniche ed alle caratteristiche disposte a norma di legge.

Nonostante il loro comune presupposto, certificato di idoneità tecnica e carta di circolazione presentano delle differenze.

Il certificato di idoneità tecnica alla circolazione è il documento di cui devono essere munite le seguenti macchine agricole:

  • macchine agricole semoventi ad un asse;
  • rimorchi agricoli di massa complessiva non superiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni di ingombro non superano 4 metri di lunghezza e 2 metri di larghezza;
  • macchine agricole operatrici trainate (escluse le seminatrici, gli aratri e gli erpici).

Nel certificato di idoneità tecnica alla circolazione sono riportati:

  • il numero di immatricolazione del veicolo;
  • il numero del telaio;
  • le caratteristiche tecniche del veicolo.

La carta di circolazione, invece, è il documento di cui devono essere munite le seguenti macchine agricole:

  • trattrici agricole;
  • macchine agricole semoventi a due o più assi;
  • rimorchi agricoli di massa complessiva superiore a 1,5 tonnellate;
  • rimorchi agricoli di massa complessiva non superiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni di ingombro superano 4 metri
  • di lunghezza e 2 metri di larghezza.

Nella carta di circolazione, oltre agli stessi dati indicati anche nel certificato di idoneità tecnica alla circolazione, sono riportati:

  • gli estremi della targa di immatricolazione;
  • le generalità del proprietario.

Quali sono i presupposti per il rilascio dei documenti di circolazione delle macchine agricole?

Come abbiamo già chiarito, per il rilascio del certificato di idoneità tencnica alla circolazione o della carta di circolazione, la macchina agricola deve rispettare i requisiti richiesti dalla legge.

Per quanto riguarda il rispetto dei requisiti tecnici e costruttivi, sarebbe impossibile sottoporre a verifica tutte le macchine agricole che sono fabbricate e vendute. Per questo motivo, quando le case costruttrici intendono mettere in produzione un nuovo modello di macchina agricola, ne costruiscono un prototipo e lo sottopongono all'esame dei tecnici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Se dall'esame risulta che il prototipo rispetta tutte le caratteristiche tecniche e costruttive previste dalla legge, procedono all'omologazione del tipo.

Pertanto, per ottenere il rilascio del documento di circolazione, se si tratta di macchina agricola prodotta in serie, bisognerà presentare la dichiarazione di conformità al tipo omologato, rilasciata dal costruttore e consegnata al momento dell'acquisto.

Se si tratta di macchina agricola non prodotta in serie (pensa, per esempio, al caso in cui un imprenditore agricolo, per le esigenze della sua azienda, chieda al costruttore di fabbricare una macchina agricola particolare), per il rilascio del documento di circolazione è necessario presentare il certificato di origine della macchina agricola redatto dal costruttore, a cui seguirà l'accertamento da parte dei tecnici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Quali sono le sanzioni previste dall'art. 108 del codice della strada?

L'art. 108 del codice della strada punisce chi rilascia una dichiarazione di conformità al tipo omologato per una macchina agricola prodotta in serie che, in realtà, non rispetta i requisiti tecnici e costruttivi previsti dalla legge.

La sanzione prevista consiste nel pagamento di una multa da 431 a 1.734 euro.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA