Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 139 codice della strada: Patente di servizio per il personale abilitato allo svolgimento di compiti di polizia stradale

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Ai soggetti già in possesso di patente di guida e abilitati allo svolgimento di compiti di polizia stradale indicati dai commi 1 e 3, lettera a), dell’articolo 12 è rilasciata apposita patente di servizio la cui validità è limitata alla guida di veicoli adibiti all’espletamento di compiti istituzionali dell’amministrazione di appartenenza.

2. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’interno, sono stabiliti i requisiti e le modalità per il rilascio della patente di cui al comma 1.

(1) Articolo sostituito dal decreto-legge n. 151/2003, conv. con legge n. 214 del 1° agosto 2003.

Commento

Quando un poliziotto si mette alla guida di una macchina di servizio per condurla, per esempio, nel posto in cui deve effettuare un posto di controllo, o per intervenire subito dopo la verificazione di un sinistro stradale, oltre alla patente di guida ordinaria, deve essere in possesso della cosiddetta patente di servizio. In generale, infatti, tutti i soggetti che appartengono alle forze dell’ordine e che sono chiamati a svolgere servizi di polizia stradale devono essere in possesso della patente di servizio.

L’art. 139 del codice della strada si occupa proprio di fornire alcune indicazioni in merito alla patente di servizio per il personale abilitato allo svolgimento di compiti di polizia stradale. In particolare, la norma stabilisce che a coloro che sono abilitati allo svolgimento di compiti di polizia stradale è rilasciata l’apposita patente di servizio la cui validità è limitata alla guida di veicoli adibiti all'espletamento di compiti istituzionali dell'amministrazione di appartenenza.

Quali sono le forze dell’ordine che svolgono i compiti di polizia stradale?

Prima di capire come si consegue materialmente la patente di servizio, dobbiamo chiarire che questa può essere  rilasciata solo ai soggetti che appartengono alle forze dell’ordine e che  sono abilitati a svolgere i compiti di polizia stradale, che consistono in:

  • prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale;
  • rilevazione degli incidenti stradali;
  • predisposizione ed esecuzione dei servizi diretti a regolare il traffico;
  • scorta per la sicurezza della circolazione;
  • tutela e controllo sull'uso della strada.

Pertanto, la patente di servizio può essere rilasciata solo a coloro che appartengono a:

  • Polizia di Stato;
  • Arma dei Carabinieri;
  • Corpo della Guardia di Finanza;
  • Corpi e servizi di polizia provinciale;
  • Corpi e servizi di polizia municipale;
  • Corpo di polizia penitenziaria;
  • Corpo forestale dello Stato;
  • Polizia Giudiziaria.

La patente di servizio, inoltre, può essere rilasciata:

  • al personale dell'Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale, dell'Amministrazione centrale e periferica del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, del Dipartimento per i trasporti terrestri appartenente al Ministero dei trasporti e dal personale dell'A.N.A.S.;
  • ai funzionari del Ministero dell'interno addetti al servizio di polizia stradale.

Come si consegue la patente di servizio?

Per conseguire la patente di servizio, oltre ad essere soggetti abilitati a svolgere il servizio di polizia stradale, bisogna essere in possesso della patente di guida ordinaria per la corrispondente categoria di veicoli. In pratica, la patente di servizio per la guida delle automobili può essere rilasciata solo a chi è in possesso della patente ordinaria per la guida dei veicoli della categoria B.

Oltretutto, bisogna considerare che la patente di servizio è un titolo di abilitazione professionale che può essere ottenuto solo dopo aver frequentato l’apposito corso di qualificazione e aver superato il relativo esame, che consiste nel sostenere una prova teorica ed una prova pratica. Nello specifico, èpossibile ottenere due diverse tipologie di abilitazione:

  1. abilitazione 1, per la guida di motoveicoli e di ciclomotori;
  2. abilitazione 2, per la guida di autoveicoli e di ciclomotori.

La patente di servizio è rilasciata dal competente ufficio dell’Amministrazione di competenza, tranne che per gli appartenenti ai corpi ed ai servizi di polizia provinciale e gli appartenenti ai corpi ed ai servizi di polizia municipale. Per questi ultimi, infatti, la competenza per il rilascio della patente di servizio spetta al Prefetto.

Un’ulteriore eccezione è prevista per i dipendenti dell’A.N.A.S., che devono richiedere il rilascio della patente di servizio al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Giurisprudenza annotata

La Corte di Cassazione ha chiarito che il possesso della patente cosiddetta ordinaria funge da presupposto per il rilascio di quella di servizio prevista dall’art. 139 del codice della strada. Pertanto, in linea di principio, in caso di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie della sospensione o della revoca della patente di guida, disposte dal giudice penale ai sensi dell'art. 222 del codice della strada nelle fattispecie più gravi in cui, alle violazioni delle disposizioni del codice della strada, "derivino danni alle persone", queste si applicano tanto alla patente ordinaria quanto alla patente di servizio (si pensi, in proposito, all’eventualità che si violi il divieto di sorpasso provocando un incidente frontale mentre si è alla guida di un’auto di servizio). Diversamente, nel caso in cui si commetta una violazione del codice della strada non grave alla guida di veicoli di servizio vige il diverso regime della non estensione delle suddette sanzioni amministrative accessorie alla patente ordinaria, pur restandone ferma l'applicabilità alla patente di servizio, pure insuscettibile dell'applicazione del disposto dell'art. 126-bis del codice della strada, egualmente inestensibile alla patente ordinaria in caso di decurtazioni dei punti per effetto di violazioni della norma commesse da titolare della patente di servizio.

Cass. sent. n. 3119/2013



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA