Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 59 codice della strada: Veicoli con caratteristiche atipiche

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Sono considerati atipici i veicoli che per le loro specifiche caratteristiche non rientrano fra quelli definiti nel presente capo. (2)

2. Il Ministro dei trasporti e della navigazione, sentiti i Ministri interessati, stabilisce, con proprio decreto:

a) la categoria, fra quelle individuate nel presente capo, alla quale i veicoli atipici devono essere assimilati ai fini della circolazione e della guida;

b) i requisiti tecnici di idoneità alla circolazione dei medesimi veicoli individuandoli, con criteri di equivalenza, fra quelli previsti per una o più delle categorie succitate.

(1) Articolo modificato dal D.L 162/08 convertito con modificazioni dalla L. 201/08.
(2) Comma così modificato dalla legge 29 luglio 2010, n. 120 ( G.U. n. 175 del 29 luglio 2010 suppl. ord.).

Commento

Insieme a macchine, moto e biciclette, capita sempre più spesso di vedere sulle nostre strade monopattini elettrici, segway e hoverboard, diffusi soprattutto tra i giovanissimi. E, probabilmente, anche tu possiedi uno di questi mezzi di trasporto elettrici, che magari utilizzi per andare a lavoro o, semplicemente, per le tue passeggiate in centro città o nel parco vicino casa. D'altra parte, oltre a snellire il traffico veicolare, utilizzare un hoverboard o un monopattino elettrico contribuisce anche a diminuire le emissioni inquinanti. Essi, tuttavia, pongono comunque una serie di problemi, che riguardano in particolar modo la sicurezza stradale. Per esempio, si deve circolare sui marciapiedi, sulle piste ciclabili o sulla strada insieme agli altri veicoli? Bisogna indossare il casco? E qual è la velocità che possono raggiungere?

Queste e altre domande, di regola, dovrebbero trovare risposta nel codice della strada che, infatti, si occupa proprio di stabilire quali sono i requisiti per la circolazione dei veicoli. In base alle caratteristiche che possiedono, inoltre, i veicoli vengono classificati in diverse categorie, per ognuna delle quali sono previste regole precise circa i loro dispositivi di equipaggiamento obbligatori, le formalità necessarie alla loro circolazione e i comportamenti che devono essere adottati dai loro conducenti.

Prendiamo in considerazione un'automobile. Essa rientra nella categoria degli autoveicoli. Sappiamo che, per circolare, deve essere immatricolata e munita dell'apposita carta di circolazione e deve possedere tutte le caratteristiche tecnico-funzionali stabilite dal codice della strada. Per essere guidata, inoltre, è necessaria la patente B, che può essere conseguita solo al compimento del diciottesimo anno di età e al ricorrere dei requisiti di idoneità previsti dalla legge.

Per quanto riguarda monopattini elettrici, segway e hoverboard, però, il codice della strada non è altrettanto chiaro. Essi, innanzitutto, non sono direttamente menzionati e, proprio in ragione delle loro caratteristiche, non possono essere collocati in nessuna delle categorie di veicoli previste dal codice della strada, se non nella categoria dei veicoli con caratteristiche atipiche, dei quali si occupa l'art. 59 del codice della strada.

Che cosa sono i veicoli con carattaristiche atipiche?

I veicoli con caratteirstiche atipiche sono veicoli a tutti gli effetti, che il codice della strada identifica in generale con le macchine di qualsiasi specie che circolano su strada e che sono guidate dall'uomo [1]. L'art. 59 del codice della strada, nello specifico, poi, stabilisce che i veicoli con caratteristiche atipiche sono quelli che non appartengono a nessuna delle altre categorie di veicoli previste dal codice della strada. In particolare, sono veicoli con caratteristiche atipiche quelli che, in ragione delle loro caratteristiche, non possono identificarsi come:

  • veicoli a braccia;
  • veicoli a trazione animale;
  • velocipedi;
  • slitte;
  • ciclomotori;
  • motoveicoli;
  • autoveicoli;
  • filoveicoli;
  • rimorchi;
  • macchine agricole;
  • macchine operatrici.

Alla categoria dei veicoli con caratteristiche atipiche, inoltre, appartengono motoveicoli e autoveicoli d'epoca, nonché motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico [2].

Quali sono le regole che devono rispettare i veicoli con carattaristiche atipiche per circolare?

Come abbiamo già detto, a seconda della diversa categoria cui appartiene il veicolo, il codice della strada si occupa di stabilire come deve essere equipaggiato il veicolo e quali devono essere le caratteristiche tecniche dei dispositivi prescritti dalla legge, quali sono le formalità necessarie alla loro circolazione con riferimento, soprattutto, ai documenti che occorrono per poter circolare, e quali sono i comportamenti che devono essere adottati dal conducente di quel veicolo.

Per quanto riguarda i veicoli cono caratteristiche atipiche, invece, il codice della strada non stabilisce regole specifiche e simili a quelle previste alle altre categorie di veicoli. In particolare, l'art. 59 del codice della strada dispone che il Ministro dei trasporti, con decreto, deve stabilire:

  •  a quale la categoria, fra quelle individuate dal codice della strada, devono devono essere assimilati i diversi veicoli con caratteristiche atipiche ai fini della circolazione e della guida. In pratica, considerando per esempio il monopattino elettrico, un decreto del Ministro dei trasporti ha stabilito che i monopattini elettrici con velocità superiore a 6 km/h devono essere assimilati ai ciclomotori;
  • quali sono i requisiti tecnici di idoneità alla circolazione dei veicoli con caratteristiche atipiche individuandoli, con criteri di equivalenza, fra quelli previsti per una o più delle altre categorie. Dunque, per circolare con un monopattino elettrico con velocità superiore a 6 km/h, essendo assimilato ad un ciclomotore, bisogna essere in possesso del patentino che si può conseguire al compimento del quattordicesimo anno di età, il monopattino deve essere assicurato e, infine, deve essere munito del documento di circolazione.

[1] Art. 46 cod. strada.

[2] Art. 60 cod. strada.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA