Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 68 codice della strada: Caratteristiche costruttive e funzionali e dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1.  I velocipedi devono essere muniti di pneumatici, nonché: 
a)  per la frenatura: di un dispositivo indipendente per ciascun asse che agisca in maniera pronta ed efficace sulle rispettive ruote; 
b)  per le segnalazioni acustiche: di un campanello; 
c)  per le segnalazioni visive: anteriormente di luci bianche o gialle, posteriormente di luci rosse e di catadiottri rossi; inoltre, sui pedali devono essere applicati catadiottri gialli ed analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati.
2.  I dispositivi di segnalazione di cui alla lettera c) del comma 1, devono essere presenti e funzionanti nelle ore e nei casi previsti dall’art. 152, comma 1.
3.  Le disposizioni previste nelle lettere b) e c) del comma 1, non si applicano ai velocipedi quando sono usati durante competizioni sportive.
4.  Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti sono stabilite le caratteristiche costruttive, funzionali nonché le modalità di omologazione dei velocipedi a più ruote simmetriche che consentono il trasporto di altre persone oltre il conducente.
5.  I velocipedi possono essere equipaggiati per il trasporto di un bambino, con idonee attrezzature, le cui caratteristiche sono stabilite nel regolamento.
6.  Chiunque circola con un velocipede senza pneumatici o nel quale alcuno dei dispositivi di frenatura o di segnalazione acustica o visiva manchi o non sia conforme alle disposizioni stabilite nel presente articolo e nell’art. 69, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 25 ad euro 100.
7.  Chiunque circola con un velocipede di cui al comma 4, non omologato, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 ad euro 169.
8.  Chiunque produce o mette in commercio velocipedi o i relativi dispositivi di equipaggiamento non conformi al tipo omologato, ove ne sia richiesta l’omologazione, è soggetto, se il fatto non costituisce reato, alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 422 ad euro 1.697.

COMMENTO

L’art. 68 del codice della strada si occupa di indicare quali sono le caratteristiche funzionali e costruttive che deve possedere un velocipede e quali sono i dispositivi con cui lo stesso deve essere adeguatamente e obbligatoriamente equipaggiato. La norma, inoltre, prevede anche specifiche sanzioni nel caso in cui la disposizione medesima venga violata.

Che cosa sono i velocipedi?

Innanzitutto, dobbiamo chiarire che cosa sono i velocipedi. Di solito, infatti, accade che i velocipedi vengano associati alle sole biciclette. La legge, tuttavia, stabilisce che i velocipedi sono tutti quei veicoli con due ruote o più ruote che funzionano solo se i loro conducenti imprimono forza esclusivamente di tipo muscolare, utilizzando pedali o altri dispositivi analoghi. Sono velocipedi, inoltre, anche le biciclette con pedalata assistita, ossia quelle dotate di un motore elettrico con una potenza massima pari a 0,25 KW, la cui alimentazione si riduce progressivamente ed infine si interrompe quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se si smette di pedalare. Pertanto, oltre alle biciclette, nella categoria dei velocipedi rientrano, per esempio, i tandem, i risciò e le handbike.

Come devono essere equipaggiati i velocipedi?

Il codice della strada dispone che biciclette e velocipedi in generale devono essere obbligatoriamente equipaggiati, secondo specifiche indicazioni contenute nel regolamento di esecuzione del codice della strada, con i seguenti dispositivi:

  • pneumatici;
  • dispositivi di frenatura. In particolare, si tratta di dispositivi, uno per ciascun asse, che agiscono prontamente ed efficacemente sulle ruote;
  • un campanello, per consentire di segnalare acusticamente la presenza dei velocipedi;
  • luci bianche o gialle nella parte anteriore, luci rosse e catadiottri rossi nella parte posteriore, catadiottri gialli e dispositivi analoghi sui pedali e sui lati del velocipede, quali dispositivi di segnalazione visiva;
  • un seggiolino composto da un sedile con schienale, braccioli, sistema di fissaggio al velocipede e sistema di sicurezza, se si intende trasportare bambini fino ad otto anni di età. 

In proposito, devi sapere che i dispositivi di segnalazione visiva e i dispositivi di segnalazione acustica non sono obbligatori nel caso in cui la bicicletta o altro tipo di velocipede siano utilizzati nel corso di competizioni sportive. In queste circostanze, infatti, i velocipedi vengono utilizzati per uno scopo diverso dalla circolazione su strada.

In ogni caso, qualora tali dispositivi siano obbligatori, ciò a cui occorre prestare attenzione è che essi siano sempre perfettamente funzionanti, sia di giorno che di notte. Non soltanto perché il loro cattivo funzionamento potrebbe comportare l’applicazione di sanzioni, ma, soprattutto, perché questi dispositivi sono fondamentali per consentirti di circolare in sicurezza. Pensa, infatti, a cosa potrebbe accadere se i dispositivi di frenatura della tua bici fossero irrimediabilmente usurati o se il campanello non funzionasse in prossimità di una curva non permettendoti di allertare gli altri utenti della strada.

Quali sono le sanzioni previste dall’art. 68 del codice della strada?

L’art. 68 del codice della strada, innanzitutto, sanziona chi circola con un velocipede senza pneumatici o senza i dispositivi di frenatura o di segnalazione acustica o luminosa con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di importo compreso tra i 25 euro ed i 100 euro. La stessa sanzione è prevista per chi circola con i dispositivi di frenatura o di segnalazione acustica o luminosa non conformi ai requisiti previsti con il regolamento di esecuzione del codice della strada.

Se si circola con un velocipede a più ruote simmetriche che consentono il trasporto di altre persone oltre il conducente (in particolare, i tandem) senza che questo sia omologato, è previsto il pagamento di una multa di importo compreso tra i 41 euro e i 169 euro.

Infine, se si producono o si mettono in commercio velocipedi o i relativi dispositivi di equipaggiamento non conformi al tipo omologato, se l’omologazione è richiesta, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma di importo compreso tra i 422 euro e i 1.697 euro. Tale sanzione, tuttavia, non si applica nel caso in cui la produzione e il commercio di velocipedi e dispositivi non conformi integri gli estremi di un reato che, in quanto tale, sarà punito con sanzioni penali. 

GIURISPRUDENZA

La Corte di Cassazione ha stabilito che se il conducente di una bicicletta viene investito nelle ore notturne su una strada non illuminata, anche se una parte della colpa ricade sull’automobilista che circolava in spregio alle norme del codice della strada, anche il ciclista incorre in responsabilità. In particolare, ricorre la responsabilità del conducente della bici nel caso in cui la bicicletta fosse del tutto priva di dispositivi di segnalazione luminosa e il ciclista non indossasse l’apposito gilet o il giubotto catarifrangente. 

Cass. sent. n. 38548/2017



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA