Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 71 codice della strada: Caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli a motore e loro rimorchi

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1.  Le caratteristiche generali costruttive e funzionali dei veicoli a motore e loro rimorchi che interessano sia i vari aspetti della sicurezza della circolazione sia la protezione dell’ambiente da ogni tipo di inquinamento, compresi i sistemi di frenatura, sono soggette ad accertamento e sono indicate nel regolamento.
2.  Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con propri decreti, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio per gli aspetti di sua competenza e con gli altri Ministri quando interessati, stabilisce periodicamente le particolari caratteristiche costruttive e funzionali cui devono corrispondere i veicoli a motore e i rimorchi per trasporti specifici o per uso speciale, nonché i veicoli blindati.
3.  Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con propri decreti, di concerto con gli altri Ministri quando interessati, stabilisce periodicamente le prescrizioni tecniche relative alle caratteristiche di cui ai commi 1 e 2, nonché le modalità per il loro accertamento.
4.  Qualora i decreti di cui al comma 3 si riferiscano a disposizioni oggetto di direttive comunitarie le prescrizioni tecniche sono quelle contenute nelle predette direttive; in alternativa a quanto prescritto nei richiamati decreti, se a ciò non osta il diritto comunitario, l’omologazione è effettuata in applicazione delle corrispondenti prescrizioni tecniche contenute nei regolamenti o nelle raccomandazioni emanati dall’Ufficio europeo per le Nazioni unite – Commissione economica per l’Europa, recepiti dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
5.  Con provvedimento del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti terrestri, sono approvate tabelle e norme di unificazione riguardanti le materie di propria competenza.
6.  Chiunque circola con un veicolo a motore o con un rimorchio non conformi alle prescrizioni stabilite dal regolamento è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 85 ad euro 338. Se i veicoli e i rimorchi sono adibiti al trasporto di merci pericolose, la sanzione amministrativa è da euro 169 ad euro 680.

COMMENTO

L’art. 71 del codice della strada stabilisce in generale l’obbligo di rispettare le prescrizioni di natura tecnica che devono possedere gli elementi costruttivi e funzionali dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, affinché possano considerarsi conformi e poter circolare. Lo stesso articolo, inoltre, fissa anche una sanzione amministrativa pecuniria nel caso in cui le disposizioni contenute nella norma medesima non vengano rispettate.

Quali sono le caratteristiche tecniche e funzionali dei veicoli e dei loro rimorchi?

L’art. 71 del codice della strada non contiene un’elencazione delle caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli e dei loro rimorchi. E non stabilisce quali sono le prescrizioni tecniche che le caratteristiche medesime devono seguire per considerare i veicoli idonei alla circolazione. La norma, infatti, si limita a stabilire che tutte le parti dei veicoli devono essere costruite secondo prescrizioni tecniche contenute nei decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti o nelle diritteve dell’Unione Europea. In particolare, le prescrizioni tecniche contenute nei decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (che possono essere periodicamente modificati) e nelle direttive dell’Unione Europea, si riferiscono a determinate componenti dei veicoli, elencate nel regolamento di esecuzione del codice della strada. 

Le caratteristiche costruttive e funzionali, ossia le parti fondamentali dei veicoli e dei loro rimorchi, elencate nel regolamento di esecuzione del codice della strada, sono quelle che riguardano:

  •  masse, dimensioni ed allestimenti. In questa categoria rientrano, per esempio, le prescrizioni tecniche relative alla carrozzeria e alle dimensioni dell’abitacolo;
  • le prestazioni, ossia, tra gli altri, la massa rimorchiabile, il rapporto potenza/massa o il numero dei cilindri, la cilindrata, il ciclo di funzionamento, la potenza e coppia massima e i relativi numeri di giri, l’alimentazione e il combustibile in riferimento al motore;
  • la sicurezza attiva, in riferimento, per esempio, ai dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione, al campo di visibilità del conducente, ai sistemi di frenatura, ai pedali di comando e al clacson;
  • la sicurezza passiva, che riguarda, per esempio, il sistema di antifurto che può essere montato sui veicoli, le cinture di sicurezza, la resistenza dei sedili, lo sterzo e i paraurti per le autovetture;
  • la protezione ambientale, ossia i sistemi di antidisturbo radio, la rumorisità esterna, le emissioni inquinanti dei veicoli con motore ad accensione spontanea o ad accensione comandata, la posizione del tubo di scarico e la durata dei dispositivi antinquinamento allo scarico;
  • le disposizioni fiscali, relative all’alloggiamento della targa, alla potenza fiscale dei motori a combustione e dei motori elettrici, le targhette, le iscrizioni e la marcatura di identificazione del motore;
  • il tachimetro, il cronotachigrafo, la retromarcia, gli organi di aggancio e di traino degli autotreni, degli autoarticolati e degli autosnodati, l’abbinamento per tipi o classi delle motrici con rimorchi/semirimorchi, il dispositivo di rimorchio dei veicoli in avaria od in rimozione, l’identificazione di comandi, spie ed indicatori, il portabagagli, i portasci, l’antenna radio o radiotelefonica. Queste sono caratteristiche che il regolamento di esecuzione del codice della strada definisce in una categoria denominata “varie”.

Oltre alle prescrizioni tecniche relative alle caratteristiche funzionali e costruttive appena elencate, e che si riferiscono ai veicoli e ai rimorchi in generale, la legge stabilisce anche norme speciali che riguardano le caratteristiche dei seguenti veicoli: autoambulanze, veicoli di interesse storico e collezionistico, autobus, veicoli adibiti al trasporto delle merci, autocaravan, veicoli per trasporto di persone in servizio di noleggio con conducente o in servizio di piazza, veicoli blindati e/o adibiti a servizi di polizia, ciclomotori, quadricicli a motore, filoveicoli e veicoli alimentati con combustibili in pressione o gassosi.  

Quali sono le sanzioni previste dall’art. 71 del codice della strada?

Per aiutarti a comprendere quali obblighi ti impone di rispettare l’art. 71 del codice della strada, presta attenzione a questo esempio. Supponiamo che tu abbia appena acquistato un’automobile nuova e che ti sia venuto in mente di voler oscurare i vetri laterali. I finestrini, tuttavia, costituiscono una delle caratteristiche tecniche e funzionali che, per diventare parti di un veicolo, devono possedere tutti i requisiti tecnici previsti dalla legge. In riferimento ai vetri oscurati, le prescrizioni tecniche che devono possedere le pelliicole oscuranti sono indicate in alcune direttive dell’Unione Europea. Queste ultime, in sostanza, ammettono la possibilità di applicare pellicole oscuranti sui vetri della tua auto purché sia ben visibile il marchio identificativo del loro costruttore e purché siano state omologate per il vetro sul quale le applicherai.

Qualora tu non rispettassi questi requisiti tecnici, e applicassi sui tuoi vetri delle pellicole non omologate o prive del marchio identificativo del loro costruttore, dovrai pagare una multa di importo compreso tra gli 85 euro e i 338 euro, come in tutti gli altri casi in cui una delle caratteristiche costruttive e funzionali del tuo veicolo non presenta i requisiti tecnici previsti.

L’importo della sanzione è aumentato se non rispondono ai requisiti tecnici stabiliti dalla legge per le caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli e dei rimorchi adibiti al trasporto di merci pericolose. La multa prevista in questo caso, infatti, sarà di importo compreso tra i 169 e i 680 euro.

    



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA