Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 81 codice della strada: Competenze dei funzionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti terrestri

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Gli accertamenti tecnici previsti dal presente codice in materia di veicoli a motore e di quelli da essi trainati sono effettuati da dipendenti appartenenti ai ruoli della Direzione generale della M.C.T.C. della VI, VII, VIII e IX qualifica funzionale o dirigenti, muniti di diploma di laurea in ingegneria o architettura, ovvero diploma di perito industriale, perito nautico, geometra o maturità scientifica.

2. I dipendenti di cui al comma 1, muniti di diploma di perito industriale, perito nautico, geometra o maturità scientifica, vengono abilitati all’effettuazione degli accertamenti tecnici a seguito di apposito corso di qualificazione con esame finale, secondo le modalità stabilite con decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione.

3. Il regolamento determina i profili professionali che danno titolo all’effettuazione degli accertamenti tecnici di cui ai commi precedenti.

4. Con decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione vengono fissate le norme e le modalità di effettuazione del corso di qualificazione previsto dal comma 2.

Commento

Supponiamo che tu sia un amante del tuning, ossia della moda di modificare la carrozzeria, gli interni e le parti meccaniche dei veicoli. La legge, in proposito, impone dei limiti particolarmente stringenti: devi sapere, infatti, che la legge non ti consente di modificare qualsiasi parte del veicolo. Inoltre, se anche la modifica dovesse essere consentita, non potrai superare i limiti imposti dalla legge. In alcuni casi, poi, non basta che la modifica apportata rispetti tutte le prescrizioni tecniche previste dal codice della strada, perché potrebbe essere necessario sottoporre il veicolo ad un apposito accertamento tecnico per ottenere l'omologazione e l'idoneità alla circolazione.

Ma a chi appartiene la competenza ad effettuare questo e gli altri tipi di accertamento tecnico previsti dal codice della strada? In proposito, l'art. 81 del codice della strada stabilisce che la competenza ad effettuare gli accertamenti tecnici in parola appartiene ai funzionari del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Quali sono i tipi di accertamento tecnico previsti dall'art. 81 del codice della strada?

L'art. 81 del codice della strada non menziona espressamente quali sono gli accertamenti tecnici che possono essere effettuati dai funzionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Essi, tuttavia, sono indicati in maniera specifica nel regolamento di esecuzione del codice della strada. I tipi di accertamento previsti sono i seguenti:

  • visite e prove: di omologazione o di approvazione di veicoli, di componenti e di entità tecniche degli stessi, di componenti e casse mobili; di omologazione, di approvazione in unico esemplare o in serie, nonché accertamenti singoli, periodici o straordinari di imballaggi, grandi imballaggi per il trasporto alla rinfusa, recipienti, cisterne, contenitori e casse mobili comunque destinati al trasporto di merci pericolose; per variazione delle merci pericolose ammesse ai trasporti con imballaggi, grandi imballaggi, recipienti, cisterne, contenitori e casse mobili; di revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi;
  • controlli di conformità al tipo omologato o approvato per serie;
  • controlli sulle officine delle imprese e dei consorzi concessionari di revisione.

Quali sono i funzionari del Ministero competenti?

L'art. 81 del codice della strada stabilisce che i funzionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti competenti ad effettuare gli accertamenti tecnici previsti sono i dipendenti appartenenti ai ruoli del Dipartimento per i trasporti terrestri della VI, VII, VIII e IX qualifica funzionale o dirigenti muniti di diploma di laurea in ingegneria o architettura, ovvero diploma di perito industriale, perito nautico, geometra o maturità scientifica.

Il regolamento di esecuzione del codice della strada, però, specifica quali sono i profili professionali e i requisiti culturali e professionali per ognuna delle qualifiche professionali indicate. In particolare:

  • alla VI qualifica funzionale appartengono gli assistenti tecnici e gli assistenti amministrativi. Entrambi i profili professionali devono essere muniti di diploma di perito industriale o di perito nautico o di geometra o di maturità scientifica e dell'abilitazione agli accertamenti tecnici rilasciata dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile;
  • alla VII qualifica funzionale appartiene il capo tecnico munito di diploma di perito industriale o di perito nautico o di geometra o di maturità scientifica e dell'abilitazione agli accertamenti tecnici rilasciata dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile;
  • alla VIII qualifica funzionale appartengono gli ingegneri e gli ingegneri direttori, muniti di diploma di laurea in ingegneria e di abilitazione professionale, e gli architetti e gli architetti direttori muniti di diploma di laurea in architettura e di abilitazione professionale;
  • alla IX qualifica professionale appartengono gli ingegneri direttori coordinatori, muniti di diploma di laurea in ingegneria e di abilitazione professionale, e gli architetti direttori coordinatori, muniti di diploma di laurea in architettura e di abilitazione professionale;
  • al ruolo dei dirigenti tecnici, infine, appartengono ingegneri e architetti.

Dobbiamo chiarire che le figure professionali menzionate non possono effettuare qualsiasi tipo di accertamento tecnico. Infatti, solo coloro che sono muniti di diploma di laurea in ingegneria e dell'abilitazione professionale possono effettuare tutti i tipi di accertamento tecnico che abbiamo indicato prima.

Chi, invece, è munito del diploma di laurea in architettura e dell'abilitazione professionale può effettuare solo visite e prove che non richiedono le cognizioni tecnico professionali degli ingegneri, i controlli sulle officine delle imprese e dei consorzi concessionari di revisione e i controlli di conformità al tipo omologato che non richiedono le cognizioni tecnico professionali degli ingegneri.

Infine, coloro che sono muniti solo di diploma di perito industriale o di perito nautico o di geometra o di maturità scientifica e dell'abilitazione agli accertamenti tecnici rilasciata dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile possono effettuare solo visite e prove che non richiedono le cognizioni tecnico professionali degli ingegneri e i controlli di conformità al tipo omologato che non richiedono le cognizioni tecnico professionali degli ingegneri.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA