Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 87 codice della strada: Servizio di linea per trasporto di persone

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Agli effetti del presente articolo un veicolo si intende adibito al servizio di linea quando l’esercente, comunque remunerato, effettua corse per una destinazione predeterminata su itinerari autorizzati e con offerta indifferenziata al pubblico, anche se questo sia costituito da una particolare categoria di persone.

2. Possono essere destinati ai servizi di linea per trasporto di persone: gli autobus, gli autosnodati, gli autoarticolati, gli autotreni, i filobus, i filosnodati, i filoarticolati e i filotreni destinati a tale trasporto.

3. La carta di circolazione di tali veicoli è rilasciata sulla base del nulla osta emesso dalle autorità competenti ad accordare le relative concessioni.

4. I suddetti veicoli possono essere utilizzati esclusivamente sulle linee per le quali l’intestatario della carta di circolazione ha ottenuto il titolo legale, salvo le eventuali limitazioni imposte in detto titolo. Il concedente la linea può autorizzare l’utilizzo di veicoli destinati al servizio di linea per quello di noleggio da rimessa, purché non sia pregiudicata la regolarità del servizio. A tal fine la carta di circolazione deve essere accompagnata da un documento rilasciato dall’autorità concedente, in cui sono indicate le linee o i bacini di traffico o il noleggio per i quali i veicoli possono essere utilizzati.

5. I proprietari di autoveicoli immatricolati a uso servizio di linea per trasporto di persone possono locare temporaneamente e in via eccezionale, secondo direttive emanate con decreto del Ministero dei trasporti, ad altri esercenti di servizi di linea per trasporto persone parte dei propri veicoli, con l’autorizzazione delle rispettive autorità competenti a rilasciare le concessioni.

6. Chiunque utilizza in servizio di linea un veicolo non adibito a tale uso, ovvero impiega un veicolo su linee diverse da quelle per le quali ha titolo legale, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682.

7. La violazione di cui al comma 6 importa la sanzione accessoria della sospensione della carta di circolazione da due a otto mesi, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.

COMMENTO

L’art. 87 del codice della strada si occupa di indicare quali sono le caratteristiche che devono avere i veicoli per poter essere adibiti al servizio di linea per trasporto di persone. La norma, inoltre, stabilisce quali sono le sanzioni amministrative che si applicano nel caso in cui i veicoli che effettuano tale servizio non dovessero rispettare i requisiti previsti della legge.

Che cos’è il servizio di linea per trasporto di persone?

Supponiamo che, come tutte le mattine, anche stamattina, per recarti a lavoro, sei uscito di casa giusto in tempo per prendere l’autobus che si ferma a pochi metri di distanza dal tuo portone. Supponiamo, ancora, che questo pomeriggio hai programmato una passeggiata in centro e che, data la difficoltà di trovare parcheggio, stai pensando di andarci in autobus. In questi casi, hai usufruito o usufruirai proprio del servizio di linea per trasporto di persone. In particolare, si tratta di un servizio di trasporto di persone effettuato da un veicolo adibito a servizio di linea, ossia un veicolo che effettua una serie di corse giornaliere, lungo un tragitto già stabilito, con fermate e orari predeterminati. Insomma, quando ti rechi a lavoro o in centro con i mezzi pubblici, sai già quale autobus devi prendere per poter raggiungere la tua destinazione, dove si ferma e quali orari segue.

Per poter svolgere il sevizio di linea per trasporto di persone, bisogna essere in possesso della concessione rilasciata dalle autorità competenti in base all’estensione territoriale del servizio. In pratica, se il servizio deve essere svolto a livello comunale, sarà proprio il Comune a dover rilasciare la relativa concessione.

Quali sono i veicoli che possono essere adibiti al servizio di linea per trasporto di persone?

Innanzitutto, dobbiamo chiarire che un veicolo può essere usato per effettuare il servizio di linea per trasporto di persone solo se è di proprietà della società che ha in concessione il servizio di trasporto pubblico. Per esempio, la società che ha in concessione il servizio di linea del Comune di Roma è l’ATAC: se un veicolo non appartiene all’ATAC, non può esser usato per effettuare il servizio. In proposito, tuttavia, in via eccezionale e temporanea, la legge consente di affittare da altre compagnie di trasporto pubblico veicoli adibiti al servizio di linea per trasporto di persone: per esempio, se ATAC dovesse provvisoriamente trovarsi a corto di autobus, potrebbe prenderli in affitto per un breve periodo da un’altra società che effettua servizi di linea.

L’art. 87 del codice della strada stabilisce, in maniera più specifica, che i veicoli che possono essere adibiti al servizio di linea per trasporto di persone sono:

  • gli autobus;
  • gli autosnodati;
  • gli autoarticolati;
  • gli autotreni;
  • i filobus;
  • i filosnodati;
  • i filoarticolati;
  • i filotreni.

Tutti questi veicoli, innanzitutto, devono essere veicoli adibiti al trasporto di persone e non di cose, e ciò deve risultare dal libretto. Essi, poi, devono essere veicoli a uso di terzi, in quanto il proprietario (ossia l’esercente del servizio di linea) li mette a disposizione della collettività in cambio di un corrispettivo (il prezzo del biglietto) per trarne un guadagno. Il libretto di circolazione può essere rilasciato solo se l’autorità che ha rilasciato la concessione per lo svolgimento del servizio ha emesso il proprio nulla osta.

Inoltre, quando un veicolo viene adibito al servizio di linea per trasporto di persone potrà percorrere solo la tratta indicata dal documento rilasciato dall’autorità concedente. In pratica, l’autobus n° X di proprietà della società che ha in concessione il servizio di trasporto pubblico comunale potrà percorrere solo il tragitto dal capolinea A al capolinea B, perché così risulta dal documento rilasciato rilasciato dal Comune.

Quali sono le sanzioni previste dall’art. 87 del codice della strada?

L’art. 87 del codice della strada sanziona con il pagamento di una multa di importo compreso tra 431 euro e 1.734 euro e con l’applicazione della sanzione accessoria della sospensione della carta di circolazione da due a otto mesi:

  • chi, per svolgere il servizio di linea per il trasporto di persone, utilizza un veicolo che dalla carta di circolazione non risulta adibito a tale uso. Supponiamo che la compagnia di trasporto pubblico della tua città possieda anche degli autobus che utilizza per offrire il servizio di noleggio con conducente. La sanzione sarà applicata se la compagnia dovesse utilizzare uno di questi autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente al posto dell’autobus di linea, temporaneamente in riparazione a causa di un guasto, senza prima aver ottenuto l’apposita autorizzazione;
  • chi impiega un veicolo su linee diverse da quelle per le quali ha titolo legale. In questo caso, la sanzioni vengono applicate se la compagnia di trasporto pubblico della tua città utilizza uno dei suoi autobus di linea per affettuare il tragitto dal capolina A al capolinea B, nonostante il tragitto che lo stesso autobus avrebbe dovuto percorrere andava dal capolinea B al capolinea C, per come stabilito dall’apposito documento rilasciato dall’autorità concedente.

Giurisprudenza annotata

La Corte di Cassazione ha stabilito che, ai sensi dell’art. 87 del codice della strada, il servizio di linea per trasporto di persone può considerarsi regolarmente svolto solo se chi lo esercita si trovi in possesso dell'apposito documento rilasciato dall'autorità concedente per la tratta interessata. Non è necessario, invece, essere muniti anche del documento che attesta lo specifico impiego del veicolo. Tuttavia, quando temporaneamente ed eccezionalmente l'autobus di linea è stato autorizzato a svolgere il servizio di noleggio con conducente, tale documento deve essere presentato ad un eventuale controllo.

Cass. sent. n. 17020/2016

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA