Questo sito contribuisce alla audience di
 

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019

Art. 95 codice della strada: Duplicato della carta di circolazione

codice-della-strada

Codice della strada Aggiornato il 11 Febbraio 2019



1. Qualora il rilascio della carta di circolazione non possa avvenire contestualmente al rilascio della targa, l’ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, all’atto della immatricolazione del veicolo, rilascia la carta provvisoria di circolazione della validità massima di novanta giorni.

1-bis. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con decreto dirigenziale, stabilisce il procedimento per il rilascio, attraverso il proprio sistema informatico, del duplicato delle carte di circolazione, anche con riferimento ai duplicati per smarrimento, deterioramento o distruzione dell’originale, con l’obiettivo della massima semplificazione amministrativa, anche con il coinvolgimento dei soggetti di cui alla legge 8 agosto 1991, n. 264. (1) (2)

2. Abrogato (3)

3. Abrogato (3)

4. Abrogato (3)

5. Abrogato (3)

6. Chiunque circola con un veicolo per il quale non sia stata rilasciata la carta provvisoria di circolazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a euro 335. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo fino al rilascio della carta di circolazione, secondo le norme di cui al capo I, sezione II, del titolo VI.

7. Chiunque circola senza avere con sé l’estratto della carta di circolazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 25 a euro 99.

(1) Comma inserito dal decreto-legge n. 151/2003, conv. con legge n. 214 del 1° agosto 2003.
(2)Comma modificato dalla legge 29 luglio 2010, n. 120 ( G.U. n. 175 del 29 luglio 2010 suppl. ord.).
(3) Commi abrogati, con decorrenza 13 maggio 2000 dal DPR 9 marzo 2000 n. 105, in G.U. 28 aprile 2000, il quale all’art. 2 stabilisce una disciplina che rimane in vigore fino a quella di cui al comma 1-bis :

Art. 2. – Procedura di rilascio del duplicato della carta di circolazione

1. In caso di smarrimento, sottrazione o distruzione della carta di circolazione, entro quarantotto ore dalla constatazione, l’intestatario deve farne denuncia, compilando, altresì, apposito modulo, agli organi di polizia i quali rilasciano, contestualmente, un permesso provvisorio di circolazione della validità di novanta giorni. Dal momento del rilascio del suddetto permesso provvisorio la carta di circolazione identificata nella denuncia non è più valida.

2. Entro sette giorni dalla data di presentazione della denuncia gli organi di polizia di cui al comma 1 ne danno comunicazione all’ufficio centrale operativo del Ministero dei trasporti e della navigazione trasmettendo il modulo di cui al comma 1 secondo le modalità tecniche indicate dal Ministero medesimo.

3. L’ufficio centrale operativo del Ministero dei trasporti e della navigazione provvede a:
a) registrare i dati contenuti nel modulo di cui al comma 1 nell’archivio nazionale dei veicoli;
b) dare comunicazione per via telematica al Ministero dell’interno dell’avvenuta registrazione;
c) predisporre il duplicato della carta di circolazione smarrita, sottratta o distrutta;
d) trasmettere il duplicato per posta-contrassegno all’indirizzo di residenza del proprietario o dell’usufruttuario o del locatario del veicolo cui si riferisce, in modo che vi giunga entro i novanta giorni di validità del permesso provvisorio di circolazione di cui al comma 1. Ove il duplicato non pervenga, entro il termine stabilito, al domicilio dell’interessato la va!idità del permesso provvisorio si intende prorogata fino al momento della consegna del duplicato.

4. Qualora, nei casi di cui al comma 1, gli organi di polizia, all’atto della denuncia, facciano presente che è impossibile estrarre il duplicato della carta di circolazione dall’archivio nazionale dei veicoli, al rilascio del duplicato provvedono, entro trenta giorni dalla data di presentazione da parte dell’intestatario di apposita domanda, gli uffici provinciali della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione. Alla medesima domanda è allegata l’attestazione di resa denuncia agli organi di polizia, i quali rilasciano, contestualmente, un permesso provvisorio di circolazione della validità di novanta giorni.

5. Nel caso in cui la carta di circolazione sia deteriorata al punto da rendere illeggibili i dati in essa contenuti, al rilascio del duplicato provvedono gli uffici provinciali della Direzione generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione, entro trenta giorni dalla data di presentazione di apposita domanda da parte dell’intestatario.

6. Nei confronti di chi circola sfornito del permesso provvisorio di circolazione trova applicazione l’articolo 95, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

Commento

Sappiamo tutti che, per poter circolare, gli autoveicoli, i motoveicoli e i rimorchio devono essere muniti della carta di circolazione e devono essere iscritti presso il Dipartimento per i trasporti terrestri.

Insomma, quando ti metti alla guida della tua macchina, devi sempre accertarti che la carta di circolazione sia a bordo. Ma se ti rendessi conto di aver perso la carta di circolazione? Oppure, nel caso in cui ti rendessi conto di aver subito un furto e, insieme ai tuoi effetti personali, i ladri hanno portato via dalla tua macchina anche i documenti del veicolo?

In casi come questi, e negli altri casi di smarrimento, furto e distruzione della carta di circolazione, bisogna richiedere il duplicato della carta di circolazione. Il duplicato della carta di circolazione deve essere richiesto anche quando il documento dovesse risultare illegibile perché, per esempio, vecchio, strappato o conservato male.

L'art. 95 del codice della strada, a proposito della richiesta del duplicato della carta di circolazione, si limita a prevedere che il procedimento per il rilascio delle carte di circolazione deve essere stabilito dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con decreto dirigenziale. La norma, inoltre, prevede che il procedimento per il rilascio delle carte di circolazione deve essere tale da garantire la maggior semplificazione amministrativa possibile, dovendosi attuare attraverso il sistema informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Cerchiamo comunque di chiarire in che modo è possibile richiedere il duplicato della carta di circolazione, distinguendo a seconda che la carta di circolazione sia illegibile oppure smarrita, rubata o distrutta. Nel primo caso, infatti, sei ancora materialmente in possesso del documento; negli altri casi, invece, non sei più materialmente in possesso del documento.

Come si richiede il duplicato della carta di circolazione illegibile?

Se la carta di circolazione è illegibile o, comunque, deteriorata, per richiederne il duplicato devi rivolgerti direttamente al competente Ufficio della Motorizzazione Civile oppure ad una Delegazione ACI o ad altra agenzia di disbrigo pratiche auto.

Insieme agli altri documenti, devi consegnare anche la carta di circolazione illegibile che è ancora materialmente in tuo possesso.

Come si richiede il duplicato della carta di circolazione smarrita, rubata o distrutta?

In caso di smarrimento, furto o sottrazione della carta di circolazione, entro 48 ore, devi denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine, che provvederanno a rilasciarti un permesso provvisorio di circolazione.

Se il duplicato della carta di circolazione può essere estratto dall'Archivio Nazionale dei Veicoli, il nuovo documento ti verrà spedito direttamente dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti presso la tua abitazione.

Se, invece, il duplicato della carta di circolazione non può essere estratto dall'Archivio Nazionale dei Veicoli, dovrai rivolgerti al competente Ufficio della Motorizzazione Civile oppure ad una Delegazione ACI o ad un'altra agenzia di disbrigo pratiche auto.

Se la vecchia carta di circolazione dovesse essere successivamente ritrovata, bisognerà distruggerla in quanto l'unico documento utilizzabile sarà il duplicato.

Quali sono le sanzioni previste dall'art. 95 del codice della strada?

Quando si è in attesa di ottenere il rilascio del duplicato della carta di circolazione, per poter circolare è necessario essere in possesso del documento sostitutivo, da esibire in occasione di eventuali controlli da parte degli agenti di polizia.

In particolare, bisogna essere muniti dell'estratto della carta di circolazione, che deve essere rilasciato dal competente Ufficio della Motorizzazione Civile e che sostituisce a tutti gli effetti l'originale per la durata massima di sessanta giorni. Se per richiedere il duplicato della carta di circolazione ti sei rivolto ad una Delegazione ACI o ad un'altra agenzia di disbrigo pratiche auto, invece, si può circolare solo se muniti di una ricevuta che sostituisce sia la carta di circolazione che l'estratto per la durata massima di trenta giorni, trascorsi i quali bisognerà avere o l'estratto o la nuova carta di circolazione.

L'art. 95 del codice della strada, dunque, sanziona chiunque sia sorpreso a circolare senza essere munito dell'estratto della carta di circolazione con il pagamento di una somma da euro 26 ad euro 102.

Giurisprudenza annotata

La Corte di Cassazione, seppur con una sentenza non recente, ha stabilito che l'obbligo del venditore di consegnare all'acquirenti i documenti necessari per l'uso e la circolazione del veicolo comporta, nel caso in cui siano stati consegnati solo documenti con efficacia provvisoria (come, per esempio, il foglio di via), che il venditore deve provvedere, salvo che le parti non si siano accordate diversamente, al loro rinnovo, fino a quando non avvenga la consegna di quelli definitivi (la carta di circolazione) alla quale egli è comunque tenuto, costituendo i primi una surrogazione temporanea dei secondi.

Cass. sent. n. 3826/1994  



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA