Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015

Art. 201 codice penale: Misure di sicurezza per fatti commessi all’estero

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015



Quando, per un fatto commesso all’estero, si procede o si rinnova il giudizio nello Stato [7-10], è applicabile la legge italiana anche riguardo alle misure di sicurezza.

Nel caso indicato nell’articolo 12, numero 3, l’applicazione delle misure di sicurezza stabilite dalla legge italiana è sempre subordinata all’accertamento che la persona sia socialmente pericolosa [203; c.p.p. 678] (1).

Commento

Persona socialmente pericolosa: [v. 203].

Procedere: dare inizio al procedimento penale.

Rinnovare: ricelebrare nuovamente un processo già concluso.

(1) Nell’ipotesi prevista dall’articolo 12, numero 3, la norma prevede che l’applicazione della misura di sicurezza sia subordinata all’accertamento della pericolosità sociale della persona.

Trattasi, dunque, di una previsione perfettamente in linea con l’abolizione del sistema presuntivo di accertamento della pericolosità sociale disposta dalla l. 10-10-1986, n. 663. Si ritiene, infine, che non sia possibile riconoscere una sentenza straniera, al fine dell’applicazione di una misura di sicurezza, per un fatto che non costituisca reato ai sensi della legge italiana (v. art. 202 c.p.).



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA