Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015

Art. 251 codice penale: Inadempimento di contratti di forniture in tempo di guerra

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015



Chiunque, in tempo di guerra [310] (1), non adempie in tutto o in parte gli obblighi che gli derivano da un contratto di fornitura di cose o di opere (2) concluso con lo Stato [268] o con un altro ente pubblico o con un’impresa esercente servizi pubblici (3) o di pubblica necessità (4), per i bisogni delle forze armate dello Stato o della popolazione, è punito con la reclusione da tre a dieci anni e con la multa pari al triplo del valore della cosa o dell’opera che egli avrebbe dovuto fornire e, in ogni caso, non inferiore a euro 1.032 (5).

Se l’inadempimento, totale o parziale, del contratto è dovuto a colpa [43], le pene sono ridotte alla metà.

Le stesse disposizioni si applicano ai subfornitori, ai mediatori e ai rappresentanti dei fornitori, allorché essi, violando i loro obblighi contrattuali, hanno cagionato l’inadempimento del contratto di fornitura [3132; c.p.m.g. 162].

Commento

Tempo di guerra: [v. 246]; Colpa: [v. 42].

Inadempimento: consiste nella mancata, inesatta o tardiva esecuzione della prestazione oggetto di un’obbligazione.

Contratto di fornitura: contratto atipico, a prestazioni corrispettive, che non corrisponde al contratto di somministrazione, di cui all’art. 1559 c.c., poiché può avere ad oggetto anche una prestazione unica e da eseguirsi, una sola volta o in modo frazionato. In giurisprudenza si è ritenuto essere un (—) quello avente ad oggetto attività di trasformazione di materie prime in manufatti idonei al pubblico servizio.

(1) Presupposto del reato, costituisce un elemento specializzante che permette di distinguere il reato in esame da quello di cui all’art. 355 (inadempimento di pubbliche forniture).

(2) Oggetto del contratto sono sia le cose, mobili ed immobili (es.: dei locali adibiti a deposito delle scorte alimentari), che le opere (ossia i servizi di carattere manuale ed intellettuale) che siano tali da permettere alle forze armate di continuare a combattere ed alla popolazione civile di resistere. Se il contratto di fornitura è nullo o inesistente, il reato non sussiste.

(3) Ad esempio in materia di comunicazioni, trasporti o manutenzione di opere pubbliche.

(4) Ad esempio in materia di rivendita di generi alimentari, o di monopolio, o di trasporti.

(5) Importo incrementato ex art. 113, c. 1, l. 689/1981. La pena edittale minima è determinata direttamente dalla legge e quindi per essa non vige l’esclusione dall’aggiornamento, prevista dall’art. 115, l. 689/1981.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA