Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015

Art. 264 codice penale: Infedeltà in affari di Stato

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015



Chiunque, incaricato dal Governo italiano di trattare all’estero affari di Stato (1) [268], si rende infedele al mandato (2) è punito, se dal fatto possa derivare nocumento all’interesse nazionale (3), con la reclusione non inferiore a cinque anni (4).

 

Commento

Mandato: ogni incarico ricevuto da un soggetto, in qualsiasi forma, dallo Stato, in base al quale il ricevente assume la qualifica di pubblico ufficiale [357]. L’incarico deve avere ad oggetto il compimento di un affare relativo alla sicurezza dello Stato.

(1) Con tale espressione si intende un affare di interesse pubblico che dà origine ad un negozio di carattere internazionale.

(2) La condotta del reato, attiva o omissiva, si realizza nel caso in cui non vengano rispettate le istruzioni contenute nel mandato. L’incarico può riguardare oltre la politica estera, anche l’esercito, la finanza, l’emigrazione, l’industria.

(3) Secondo l’orientamento prevalente, il nocumento all’interesse nazionale [v. 265] è l’evento, elemento essenziale del reato, che sussiste anche nel caso di sola messa in pericolo degli interessi nazionali. Ma parte della dottrina ritiene che si tratti di condizione oggettiva di punibilità di carattere intrinseco, poiché relativa ad un’offesa allo stesso bene giuridico protetto dalla norma.

(4) Il reato in esame può concorrere con la corruzione del cittadino da parte dello straniero (art. 246) e con la soppressione, falsificazione o sottrazione di atti o documenti concernenti la sicurezza dello Stato (art. 255).

Non è possibile, invece, il concorso del reato in esame con le fattispecie previste dagli artt. 318-328, ponendosi rispetto a queste ultime in rapporto di specialità.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA