Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015

Art. 299 codice penale: Offesa alla bandiera o ad altro emblema di uno Stato estero

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 Febbraio 2015



Chiunque nel territorio dello Stato [42] vilipende con espressioni ingiuriose, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, la bandiera ufficiale o un altro emblema di uno Stato estero, usati in conformità del diritto interno dello Stato italiano (1) (2), è punito con l’ammenda da euro 100 a euro 1.000.

Commento

(1) Art. così sostituito ex l. 24-2-2006, n. 85 (Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione) (art.6). La riscrittura della fattispecie si coordina con quella dell’art. 292 c.p. Se si eccettua il vilipendio reale, per il quale nella fattispecie di cui all’art. 292 è stata introdotta una sanzione detentiva, in entrambe le figure criminose si è optato per la previsione della sola pena pecuniaria (pur se la fattispecie in commento è stata trasformata in reato contravvenzionale, sostituendosi l’originaria reclusione da sei mesi a tre anni con l’ammenda da 100 a 1000 euro). Nel riscrivere l’articolo, inoltre, il legislatore del 2006 ha specificato la natura del vilipendio rilevante ai fini della fattispecie, limitando la portata della norma a quello consistente in «espressioni ingiuriose». Tale inciso, per un verso uniforma la lettera di tale contravvenzione a quella del vilipendio verbale di cui al riscritto primo comma dell’art. 292 c.p., ma per altro verso esclude che, limitatamente a tale fattispecie, abbia rilievo il vilipendio reale (puntualmente tipizzato in occasione della riformulazione dell’art. 292). Appare poco comprensibile tale «impoverimento» della fattispecie (peraltro, come detto, declassata a mera contravvenzione ed «inopinatamente» mantenuta nel Libro secondo del codice penale) per il solo fatto di avere ad oggetto bandiere o emblemi di Stato estero, soprattutto in un contesto storico-politico e di pacifici rapporti internazionali come quello attuale, specie se si considera che persino il legislatore del «ventennio» ebbe ad equiparare sostanzialmente le due fattispecie (sanzionate con la medesima pena massima).

(2) V. l. 5-2-1998, n. 22 (Disposizioni generali sull’uso della bandiera della Repubblica italiana e di quella dell’Unione Europea).



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI