Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015

Art. 413 codice penale: Uso illegittimo di cadavere

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015



Chiunque disseziona o altrimenti adopera un cadavere, o una parte di esso (1), a scopi scientifici o didattici, in casi non consentiti dalla legge, è punito con la reclusione fino a sei mesi (2) o con la multa fino a euro 516 (3) (4).

La pena è aumentata [64] se il fatto è commesso su un cadavere, o su una parte di esso, che il colpevole sappia essere stato da altri mutilato, occultato o sottratto (2) (5) (6).

Commento

Cadavere: [v. 410]; Parti del cadavere: [v. 411]; Mutilare: [v. 410]; Sottrarre: [v. 411]; Reclusione: [v. 23]; Multa: [v. 24].

Dissezionare: il termine (—) è qui adoperato in senso ampio, e si riferisce ad una qualsiasi incisione del cadavere o di parte di esso.

Adoperare altrimenti: sta ad indicare qualsiasi altro uso del cadavere diverso dalla dissezione (es.: prelievo di sangue).

(1) Cfr. a tal proposito artt. 40-43, d.P.R. 10-9- 1990, n. 285 (Regolamento di polizia mortuaria) e art. 3, l. 30-3-2001, n. 130 recante «Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri».

(2) Sono applicabili le sanzioni sostitutive previste dagli artt. 53 e segg., l. 689/1981.

(3) Importo incrementato ex art. 113, c. 1, l. 689/1981.

(4) Il consenso del defunto all’uso del proprio cadavere per fini didattici o scientifici esclude l’antigiuridicità del fatto.

(5) Il capoverso della norma contempla una circostanza aggravante di carattere soggettivo [v. Libro I, Titolo III, Capo II] per la cui sussistenza è richiesta l’effettiva conoscenza del fatto che il cadavere o una parte di esso sia stato da altri mutilato, occultato o sottratto, in deroga al disposto dell’art. 59, c. 2, secondo il quale è sufficiente la mera conoscibilità delle circostanze aggravanti perché siano valutate a carico del reo.

(6) Il reato in esame può concorrere con il reato di violazione di sepolcro (art. 407 c.p.), ciò sia in considerazione della diversa esplicazione della condotta, sia con riferimento all’oggetto (nell’uno la pietà verso i defunti, nell’altro la protezione della tomba).



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI