Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015

Art. 472 codice penale: Uso e detenzione di misure o pesi con falsa impronta

codice-penale

Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015



Chiunque fa uso, a danno altrui, di misure o di pesi con la impronta legale contraffatta o alterata, o comunque alterati (1), è punito con la reclusione fino a sei mesi (2) o con la multa fino a euro 516 (3).

La stessa pena si applica a chi nell’esercizio di una attività commerciale, ovvero in uno spaccio aperto al pubblico, detiene misure o pesi con l’impronta legale contraffatta o alterata, ovvero comunque alterati.

Agli effetti della legge penale, nella denominazione di “misure” o di “pesi” è compreso qualsiasi strumento per misurare o pesare.

Commento

Contraffazione: [v. 453]; Alterazione: [v. 453].

Fare uso: far funzionare lo strumento secondo la sua naturale destinazione (tale uso deve essere fatto a danno altrui; è, pertanto, richiesto il dolo specifico).

Spaccio aperto al pubblico: qualsiasi luogo dove si possono effettuare compravendite, sia all’aperto che al chiuso.

Detenere: avere, anche temporaneamente e a qualsiasi titolo, in disponibilità le misure o i pesi contraffatti o alterati (per essa basta il dolo generico).

(1) Con l’espressione «comunque alterati» si fa riferimento ai casi diversi dalla contraffazione dell’impronta, come ad esempio il caso in cui l’agente abbia manipolato la bilancia oppure abbia diminuito la portata di un peso sottraendogli metallo.

(2) Sono applicabili le sanzioni sostitutive previste dagli artt. 53 e segg., l. 689/1981.

(3) Importo incrementato ex art. 113, c. 1, l. 689/1981.

Giurisprudenza annotata

Uso o detenzione di misure e pesi con impronta legale contraffatta

Non risponde del reato di cui agli art. 472,482 c.p. per avere formato falsamente un pass invalidi per l'autovettura intestata alla nonna, colui che parcheggiava, in un posto riservato agli invalidi, l'autovettura di proprietà della nonna, che esponeva non il pass originale rilasciato dal Comune, ma la semplice fotocopia del documento originale (e quindi non un documento falsificato): l'illiceità dell'utilizzo del pass da parte dell'imputato, soggetto non legittimato, ha rilevanza sul piano amministrativo della violazione delle norme del codice della strada ma non concreta una violazione delle norme del codice penale.

Tribunale La Spezia  21 settembre 2011 n. 874  



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI