Che significa? | Termini giuridici

Abituale

10 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 10 ottobre 2015



Abituale [reato] (d. pen.): Ricorre nel caso di reiterazione nel tempo da parte dello stesso soggetto agente di più condotte identiche od omogenee.

Il reato (—) può consistere:

—   nella ripetizione di condotte che, considerate isolatamente, non costituirebbero reato (cd. reato abituale proprio): ad esempio, i maltrattamenti in famiglia (realizzabili anche mediante la reiterazione abituale di condotte non costituenti reato se considerate singolarmente);

—   nella ripetizione di condotte che già di per sé costituiscono reato (cd. reato abituale improprio): ad esempio, la relazione incestuosa (il singolo episodio incestuoso già costituisce reato d’incesto).

La consumazione del reato abituale richiede un numero minimo di fatti sufficienti a integrare quel sistema di comportamenti che caratterizzano tale reato e la cui valutazione è affidata alla discrezionalità del giudice.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI