Che significa? | Termini giuridici

Accattonaggio e mendicità

10 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 10 ottobre 2015



Accattonaggio e mendicità (d. pen.): L’art. 670 c.p. (oggi abrogato) incriminava chiunque con dolo chiedesse danaro o altra utilità economica a titolo di carità (elemosina), con richiesta personale e diretta in luogo pubblico o aperto al pubblico.

La fattispecie era aggravata se posta in essere in modo ripugnante e vessatorio o simulando deformità o malattie, o adoperando altri mezzi fraudolenti per destare l’altrui pietà, ma senza trasmodare nella truffa (art. 670, co. 2).

La Corte costituzionale con sentenza 519/1995 aveva dichiarato illegittimo il co. 1 dell’art. 670 che puniva, appunto, con l’arresto fino a tre mesi la (—) non invasiva, cioè l’elemosina chiesta senza arrecare disturbo al prossimo, in maniera composta e «con evidente imbarazzo», lasciando immutata la disciplina della (—) invasiva, prevista dal co. 2.

In seguito, l’art. 18, co. 1, della L. 25-6-1999, n. 205 (cd. «legge sulla depenalizzazione») ha disposto l’abrogazione dell’intero articolo 670.

Impiego di minori nell’accattonaggio

A norma dell’art. 600octies c.p., introdotto dalla L. 15-7-2009, n. 94 (cd. Nuovo Pacchetto sicurezza), commette tale fattispecie delittuosa chiunque si avvale per mendicare di una persona minore degli anni quattordici o, comunque, non imputabile, ovvero permette che tale persona, ove sottoposta alla sua autorità o affidata alla sua custodia o vigilanza, mendichi, o che altri se ne avvalga per mendicare. Si tratta di una fattispecie a carattere sussidiario in quanto è configurabile solo ove il fatto non costituisca più grave reato. Il legislatore, elevando al rango di fattispecie delittuosa una figura criminosa a carattere contravvenzionale, ha spostato il baricentro della tutela penale dalla salvaguardia della pubblica tranquillità e del decoro delle pubbliche vie alla tutela della persona in particolare, al minore costretto ad accattonare.

La condotta penalmente rilevante si traduce nell’avvalersi di un minore degli anni quattordici o di un non imputabile per mendicare ovvero nel permettere che tale persona mendichi o, infine, nel fatto di permettere a terzi di avvalersi del minore a fini di accattonaggio.

Il dolo consiste nella coscienza e volontà di valersi, per mendicare, del minore o del non imputabile, o di permettere che tale persona mendichi o, infine, nel fatto di permettere a terzi di avvalersi del minore a fini di accattonaggio.

Pena: Reclusione fino a 3 anni.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI