Che significa? | Termini giuridici

Accertamenti tecnici non ripetibili

10 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 10 ottobre 2015



Accertamenti tecnici non ripetibili (d. p. pen.): Si tratta di un’ipotesi particolare di accertamento che, a causa della possibilità di modificazioni che subisce l’oggetto dell’investigazione (persone, cose o luoghi), non è suscettibile di successiva reiterazione. Ciò giustifica la disciplina specifica prevista nell’art. 360 c.p.p., in quanto l’atto investigativo entra a far parte del fascicolo del dibattimento [vedi] (art. 431 c.p.p.) ed è direttamente utilizzabile ai fini della decisione. Trattandosi di una «prova» assunta fuori del dibattimento, la legge prevede un meccanismo che garantisce il normale contraddittorio e prevede che l’indagato, la persona offesa e i difensori vengano avvisati, «senza ritardo», della necessità di tale accertamento, con invito a nominare eventualmente un proprio consulente.

Trattandosi di attività destinata ad avere valenza probatoria, l’art. 373, co. 1, lett. e), c.p.p. esige la forma del verbale.

Se gli Accertamenti tecnici non ripetibili devono essere svolti in un procedimento contro ignoti, sono inapplicabili le garanzie difensive previste dall’art. 360, anche se gli atti compiuti sono pienamente utilizzabili in dibattimento.

Occorre tenere distinti gli Accertamenti tecnici non ripetibili dai rilievi irripetibili. Questi ultimi, fra i quali rientra il «tampone a freddo», mezzo di prova finalizzato al prelievo di eventuali residui indicativi dell’uso di armi da fuoco, rappresentano un’attività meramente prodromica all’effettuazione di Accertamenti tecnici non ripetibili, consistendo nella constatazione o nella raccolta di dati materiali pertinenti al reato e alla sua prova, cosicché, seppur irripetibili, la loro attuazione non deve avvenire con l’osservanza delle forme stabilite dall’art. 360 c.p.p.

La giurisprudenza della Suprema Corte è oscillante in merito alla qualifica di Accertamenti tecnici non ripetibili per il cd. esame STUB, finalizzato al prelievo di eventuali residui indicativi dell’uso di armi da fuoco.

Rientra, invece, fra gli Accertamenti tecnici non ripetibili la perizia su soluzione di lavaggio di attrezzi destinati allo spaccio di sostanze stupefacenti (bilancia, coltelli e buste di polietilene), in quanto determina una modifica dello stato delle cose tale da non consentire il rinnovo dell’atto.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI