Che significa? Adempimento

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Adempimento (d. civ.): È il modo di estinzione tipico (perfetto) dell’obbligazione [vedi]. In base all’art. 1218 c.c., esso si definisce come l’esatta esecuzione della prestazione dovuta (cioè il suo oggetto deve corrispondere al contenuto della prestazione), ed estingue, in via diretta e contemporanea, sia l’obbligo del debitore, sia il diritto del creditore.

Di conseguenza, come stabilisce l’art. 1181 c.c., il creditore può rifiutare un (—) parziale anche se la prestazione è divisibile, salvo che la legge o gli usi dispongano diversamente (es.: il portatore di una cambiale o di un assegno non può rifiutare un pagamento parziale). Il creditore non potrà, tuttavia, rifiutare la parziale esecuzione della prestazione in caso di impossibilità parziale sopravvenuta [vedi Impossibilità della prestazione] (art. 1258 c.c.).

L’art. 1176 c.c. impone al debitore di usare, nell’adempimento dell’obbligazione, la diligenza [vedi] del buon padre di famiglia [vedi] per evitare la responsabilità contrattuale [vedi].

Per l’Adempimento, in quanto atto dovuto, non è richiesta la capacità d’agire ma la mera capacità di intendere e di volere [vedi] (art. 1191 c.c.).

Circa il luogo e il tempo dell’adempimento, vedi rispettivamente artt. 1182 e 1183 c.c. [vedi Luogo dell’adempimento; Termine].

Atti preparatori dell’Adempimento

Sono quelli che il debitore è tenuto a porre in essere tempestivamente per rendere possibile l’(—) al momento della scadenza del termine. Rientrano nel contenuto della prestazione [vedi].

Adempimento del terzo 

Si ha quando la prestazione è effettuata da un terzo (cioè da un soggetto non obbligato) anziché dal debitore (art. 1180 c.c.). Naturalmente si ricorre a tale forma di (—) solo per le obbligazioni aventi ad oggetto prestazioni di cose fungibili, per le quali, cioè, è indifferente per il creditore che il pagamento sia fatto dal debitore o da un terzo.

Il creditore normalmente non può opporsi all’(—) del terzo tranne che in due casi:

—   se ha interesse che il debitore esegua personalmente la prestazione (come avviene se la prestazione è infungibile; es.: se mi sono rivolto a un noto architetto per un progetto edilizio);

—   se il debitore gli ha manifestato la sua opposizione, che, comunque, non è vincolante.

Adempimento di un dovere (d. pen.)

Scriminante prevista dall’art. 51 c.p. secondo la quale non è punibile chi commette un reato nell’Adempimento imposto da una norma giuridica o da un ordine della pubblica autorità.

Tale ordine, in particolare, deve essere legittimo sia formalmente (es. emesso da autorità competente) che sostanzialmente (cioè in presenza di circostanze di fatto che lo giustifichino). L’ordine di obbedire viene meno se appare «manifestamente criminoso» (art. 41 L. 11-7-1978, n. 382).

Adempimento ritardato 

[vedi Mora del debitore].

Prestazione in luogo dell’Adempimento

[vedi Datio in solutum].


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI