Che significa? | Termini giuridici

Alea

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Alea (d. civ.) (d. ass.): Genericamente l’Alea indica il rischio inerente ad ogni operazione negoziale [vedi Negozio giuridico], relativo alle variazioni di costi e valori delle prestazioni.

Di regola, essa ricade su ciascuno dei contraenti quando non supera i limiti della normalità (cd. Alea normale).

Diversamente, il superamento dei limiti dell’Alea normale rende la prestazione eccessivamente onerosa: in tal caso la parte che vi è tenuta può invocare il rimedio della risoluzione per eccessiva onerosità [vedi Risoluzione del contratto].

In taluni casi, però, l’Alea è assunta come causa [vedi] del negozio, per cui il contratto diviene aleatorio [vedi Contratto].

Nel contratto aleatorio (es.: contratto di assicurazione [vedi]), l’entità delle reciproche prestazioni dipende da fattori casuali dal momento che esiste una incertezza totale o parziale di una prestazione (così, per esempio, nel contratto di assicurazione, l’assunzione del rischio da parte dell’assicuratore non consente all’assicurato di invocare il rimedio dell’eccessiva onerosità).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI