Che significa? | Termini giuridici

Aliquota


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Aliquota

Aliquota nel diritto tributario 

Misura dell’imposta calcolata in percentuale sulla base imponibile [vedi] al fine di individuare l’esatto ammontare del tributo.

La base imponibile su cui determinare l’Aliquota di massima è espressa in valori monetari: reddito per le imposte dirette, valore normale del bene per l’imposta di registro, corrispettivo dell’operazione per l’IVA.

Le Aliquote possono essere costanti o progressive: sono costanti se non crescono all’aumentare del livello della base imponibile, come nel caso dell’aliquota IRES e delle aliquote IVA.

Sono progressive nel caso contrario (come ad esempio le aliquote IRPEF).

Aliquota nel diritto previdenziale 

Si definisce (—) contributiva la percentuale applicata alla retribuzione, nei caso dei lavoratori dipendenti, o al reddito, nel caso dei lavoratori autonomi, finalizzata al finanziamento delle prestazioni previdenziali.

Determina la somma dovuta all’ente previdenziale a titolo di contribuzione [vedi Contributi previdenziali], a carico dei datori di lavoro e talvolta anche dei lavoratori.

L’Aliquota varia in base a diversi fattori: in base alla specifica assicurazione, al settore economico di appartenenza del datore di lavoro o del lavoratore autonomo (industria, artigianato, agricoltura, commercio etc.) e al numero di dipendenti occupati.

L’Aliquota è stabilita dalla legge ex art. 23 Cost. che pone una riserva di legge per l’imposizione ai cittadini di prestazioni personali o patrimoniali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI