Che significa? | Termini giuridici

Ammenda

14 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 Ottobre 2015



Ammenda (d. pen.): Si tratta di una pena pecuniaria comminata laddove siano stati integrati gli estremi di una contravvenzione [vedi Civilmente obbligato per la pena pecuniaria].

Consiste nel pagamento allo Stato di una somma non inferiore a 20 euro né superiore a 10.000 euro. Nella determinazione dell’ammontare dell’Ammenda, il giudice deve tener conto, oltre che dei criteri indicati dall’art. 133 c.p., delle condizioni economiche del reo e può aumentarla fino al triplo o ridurla fino ad un terzo qualora, in considerazione delle condizioni economiche, ritenga che la misura massima sia inefficace e quella minima sia eccessivamente gravosa (art. 133bis c.p.).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI