Che significa? | Termini giuridici

Apartheid

22 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 22 ottobre 2015



Apartheid (d. int.) (sc. pol.): Politica di segregazione razziale tesa ad impedire l’esercizio di numerosi diritti e libertà fondamentali (circolazione, soggiorno, voto etc.) ad una parte della popolazione, discriminata in base alla sola diversità razziale.

È stata praticata, in passato, soprattutto nella Repubblica del Sudafrica e nella ex Rhodesia del Nord (oggi Zimbabwe) dove ha trovato, addirittura, una compiuta disciplina legislativa.

La pratica di Apartheid, oltre a tradursi nella palese violazione di «diritti umani» sanzionata su basi convenzionali, costituisce, secondo il dettato della Risoluzione n. 3068 del 30 novembre 1971 dell’Assemblea Generale delle N.U., un vero e proprio crimine internazionale con la conseguenza che tutti gli Stati sono potenzialmente abilitati ad agire, per conto della Comunità internazionale, contro i soggetti che praticano l’Apartheid.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI