Che significa? | Termini giuridici

Arms Trade Treaty

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Arms Trade Treaty [att] (d. int.)

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 2 aprile 2013, dopo ben 7 anni di complessi e articolati negoziati, ha adottato il cd. Trattato sul commercio internazionale di armi convenzionali con il voto favorevole di 154 Paesi su 193.

In materia di armi convenzionali (carri armati, veicoli da combattimento, artiglieria, aerei, elicotteri, navi da guerra, missili, armi leggere) viene introdotto il principio «no weapons for abuse» in base al quale i singoli Stati non potranno esportare armi convenzionali nei Paesi in cui si perpetrano genocidi, crimini di guerra o contro l’umanità [vedi].

L’importanza di “grandi assenti» (Cina e Russia) e il voto contro di altri (Siria, Iran, Corea del Nord) rendono inapplicabile il Arms Trade Treaty proprio nei Paesi maggiormente a rischio.

Il trattato che dovrà essere ratificato [vedi] dai singoli Paesi stipulanti non prevede, comunque, nessun organismo sovranazionale di controllo, ma solo una conferenza dei soli Stati contraenti che monitora l’attuazione dell’accordo senza detenere alcun potere coercitivo.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI