Che significa? Assicurazione

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Assicurazione

contratto di  Assicurazione (d. civ.) (d. comm.)

È il contratto con il quale l’assicuratore, verso il pagamento di un premio, si obbliga a rivalere l’assicurato, entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro [ Assicurazione contro i danni], ovvero a pagare un capitale od una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana.

Il contratto ha natura obbligatoria, onerosa, intuitu personae, aleatoria, di durata, con forma scritta ad probationem.

La polizza è il documento che prova l’esistenza del contratto, mentre il premio è il corrispettivo dovuto all’assicuratore.

Per la tutela del consumatore nella vendita dei servizi di assicurazione [vedi Consumatore (tutela del)].

Assicurazione a favore di terzi 

Il contraente conclude il contratto di assicurazione nel proprio interesse, ma ne devolve il beneficio a favore di un terzo (frequente nelle assicurazioni sulla vita).

Al terzo sono opponibili le eccezioni relative al contratto, ma non quelle personali allo stipulante. La stipulazione può essere revocata fino a che il terzo non abbia comunicato la sua accettazione sia allo stipulante che all’assicuratore; se la stipulazione è revocata o viene rifiutata dal terzo, beneficiario rimane lo stipulante o i suoi eredi.

Assicurazione in nome altrui 

È l’assicurazione che il contraente stipula in nome di un’altra persona. Il contratto è valido solo se l’assicurato lo ratifica; in mancanza il contraente è tenuto a versare i premi all’assicuratore del periodo in corso fino al momento in cui l’assicuratore ha avuto notizia del rifiuto della ratifica (art. 1890 c.c.). Il contraente, munito dei necessari poteri di rappresentanza, agisce in nome e per conto dell’assicurato; il contratto produce i suoi effetti sul patrimonio del rappresentato, il quale è il solo tenuto a pagare i premi ed ad aver diritto all’indennità.

Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (d. prev.)

Forma di tutela previdenziale (o assicurazione sociale) volta a garantire determinate prestazioni ai lavoratori per i danni cagionati da infortunio sul lavoro [vedi] o malattia professionale e, al contempo, ad esonerare il datore di lavoro dalla responsabilità civile nei confronti dei prestatori.

La disciplina, contenuta nel Testo Unico approvato con D.P.R. 30-6-1965, n. 1124, è stata riformata con il D.Lgs. 38/2000, che ha provveduto tra l’altro ad estendere la tutela al danno biologico [vedi] e all’infortunio in itinere [vedi Infortunio sul lavoro].

Il rapporto assicurativo intercorre tra:

—  l’assicuratore, che è l’I.N.A.I.L. [vedi];

—  l’assicurato, ossia ogni lavoratore subordinato o parasubordinato che svolge un’attività che comporta una più intensa esposizione al rischio;

—  l’assicurante, che è il datore di lavoro.

Le prestazioni a carico dell’Assicurazione nel caso del verificarsi di infortunio o malattia sono di due tipi:

—  prestazioni sanitarie, destinate a garantire il diritto alla salute e finalizzate al recupero dell’attitudine al lavoro. Consistono nell’erogazione di cure mediche, chirurgiche, nonché di fornitura di protesi, a carico dell’INAIL, per tutta la durata dell’inabilità;

—  prestazioni economiche che consistono nella corresponsione periodica o una tantum di somme di denaro e si differenziano a seconda delle conseguenze dell’infortunio o della malattia professionale. Possono consistere in una indennità giornaliera per inabilità temporanea, in una rendita ai superstiti o in una rendita per inabilità permanente, in un assegno di incollocabilità.

Assicurazione per conto altrui o per conto di chi spetta 

Il contraente conclude il contratto in nome proprio, ma per conto e, soprattutto, nell’interesse di un soggetto diverso senza agire come suo rappresentante (art. 1891 c.c.). Nell’ Assicurazione per conto terzi l’assicurante conosce e normalmente dichiara il nome dell’assicurato.

Nell’ Assicurazione per conto di chi spetta, invece, l’assicurante di regola non sa, al momento della conclusione del contratto, chi sarà l’assicurato al momento del verificarsi del sinistro, per cui tale soggetto è di regola indicato «per relationem» (es.: si assicurano le vetture depositate in una autorimessa).

Assicurazione per la responsabilità civile 

È quel contratto inteso a tenere indenne l’assicurato da quanto egli sia tenuto a pagare ad un terzo a titolo di risarcimento danni per essere incorso in responsabilità civile nei suoi confronti. Gli effetti del contratto sono circoscritti tra assicurato e assicuratore, per cui il terzo non ha azioni dirette contro l’assicurazione, salvo accordo espromissorio ex art. 1272 c.c.

La legge ha reso obbligatoria l’Assicurazione  per la responsabilità civile in relazione a determinate attività particolarmente pericolose e caratterizzate da un’alta probabilità di sinistri. L’ipotesi più diffusa di Assicurazione obbligatoria è quella prevista per la circolazione dei veicoli a motore e natanti, introdotta dalla L. 990/1969 e oggi disciplinata dal Codice delle assicurazioni (D.Lgs. 209/2005). Il terzo danneggiato ha un’azione diretta da proporre nei confronti dell’assicuratore, previa richiesta di risarcimento da inviare entro determinati termini.

Assicurazione sulla persona di un terzo 

Trova applicazione solo nel campo delle assicurazioni di persone (infortuni e vita). Può essere contratta: a beneficio del terzo (es.: assicuro mio figlio contro gli infortuni); a beneficio dello stesso contraente (es.: mi assicuro per il caso di morte di mio padre); a beneficio di un terzo diverso da quello su cui è contratta l’assicurazione (es.: assicuro gli operai contro gli infortuni, a favore dei loro conviventi a carico). Il terzo non entra a far parte del rapporto assicurativo, anzi esso viene considerato non come soggetto bensì come l’oggetto dell’interesse assicurato.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI