Che significa? | Termini giuridici

Autarchia

23 Ott 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 Ott 2015



Autarchia

Autarchia nel diritto amministrativo 

È la caratteristica degli enti diversi dallo Stato di disporre di potestà pubbliche e consiste nella capacità, propria degli enti pubblici, di amministrare i propri interessi svolgendo un’attività amministrativa avente gli stessi caratteri e la stessa efficacia giuridica di quella dello Stato.

Si ha pertanto Autarchia quando ad una persona giuridica, che svolge compiti o funzioni di interesse pubblico, o rappresenta una comunità di persone, è attribuita la titolarità di pubblici poteri: riconoscimento che si ottiene mediante equiparazione degli atti da questa emanati agli atti amministrativi dello Stato.

Espressione dell’ Autarchia di un ente pubblico sono:

—  il potere di agire ponendo in essere atti equiparati quanto al regime giuridico, ossia relativamente al valore ed all’efficacia, agli atti amministrativi dello Stato;

—  il potere di certificazione;

—  il potere di autorganizzazione interna dell’ente;

—  l’autotutela.

Autarchia nel diritto internazionale 

Condizione di uno Stato che conta unicamente sulle proprie risorse economiche, evitando, per quanto possibile, importazioni di merci da paesi terzi.

L’ Autarchia si caratterizza, pertanto, come autosufficienza economica, che tuttavia risulta difficilmente praticabile nel contesto internazionale odierno, sempre più fondato sull’interdipendenza economica tra Stati (globalizzazione [vedi]).

Un’esperienza di  Autarchia fu fatta nel nostro paese durante il fascismo (1922-1943) dopo che la Società delle Nazioni ordinò un pacchetto di sanzioni contro l’Italia resasi colpevole dell’aggressione dell’Abissinia.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI