Che significa? | Termini giuridici

Avvocato

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Avvocato (t. gen.): Professionista legale abilitato a patrocinare e a rappresentare in giudizio civile, penale o amministrativo la parte.

Condizione essenziale per diventare Avvocato  è l’iscrizione all’albo professionale ed il possesso di alcuni requisiti.

Innanzitutto, il laureato in Giurisprudenza deve iscriversi all’Albo dei praticanti del Consiglio dell’Ordine presso il circondario di Tribunale del luogo di residenza, dando così inizio ai due anni di pratica forense (D.P.R. 10-4-1990, n. 101) necessari per poter sostenere l’esame di abilitazione professionale.

Trascorso il primo anno, e previo giuramento, il praticante è abilitato al patrocinio per un periodo di sei anni (indipendentemente dal superamento dell’esame) innanzi al Tribunale in qualità di giudice unico [vedi] di primo grado.

Alla scadenza del biennio di iscrizione, dimostrata la pratica con la partecipazione alle udienze ed alla redazione degli atti scritti, il praticante-patrocinatore è ammesso all’esame di abilitazione, consistente in prove scritte ed orali.

Superato l’esame e prestato giuramento in pubblica udienza, il praticante diventa avvocato e può iscriversi al relativo Albo tenuto nella circoscrizione del Tribunale di residenza.

Ai sensi dell’art. 4, L. 27/1997, il periodo di esercizio della professione di  Avvocato necessario per l’iscrizione all’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di Cassazione e alle altre giurisdizioni superiori è di 12 anni.

Avvocato  nel diritto britannico 

Nel sistema inglese i professionisti in campo legale (avvocati) si dividono in due categorie principali:

—  i solicitors, che forniscono assistenza legale, inclusa la rappresentanza e la difesa in giudizio, e consulenza legale, fiscale e finanziaria (ad es. per predisporre un mutuo ipotecario). Tutti i solicitors devono essere iscritti all’Albo, un registro tenuto dalla Law Society;

—  i barristers, che si occupano del patrocinio e della gestione di una vertenza in giudizio (il barrister, in genere, non ha contatti diretti con il cliente, venendo scelto dal solicitor che si occupa del caso).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI