Che significa? Boicottaggio

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Boicottaggio

Attività di boicottaggio (d. lav.): Strumento di lotta sindacale a carattere generale che si sostanzia nell’esercizio di attività che ostacolino o rendano particolarmente difficile la gestione delle relazioni sociali e/o economiche. Si hanno principalmente tre ipotesi di boicottaggio:

—  quello dei lavoratori contro altri lavoratori, considerato senz’altro in contrasto con l’art. 39 Cost. e con lo Statuto dei lavoratori [vedi];

—  quello operato dai datori di lavoro contro i lavoratori, teso a creare una situazione di cronica disoccupazione per questi ultimi attraverso la loro inclusione formale o informale in una lista nera, anch’esso in contrasto con la Costituzione;

—  quello dei lavoratori contro i datori di lavoro, che era previsto come reato dall’art. 507 c.p.

Della questione di legittimità costituzionale dell’art. 507 c.p. è stata investita la Corte costituzionale la quale ha affermato che il boicottaggio costituisce, accanto allo sciopero [vedi], una forma legittima di autotutela e ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 507 c.p. per la parte relativa all’ipotesi della propaganda di puro pensiero o di opinione, qualora questa non raggiunga un grado di intensità e di efficacia davvero notevoli.

 economico (d. int.): Complesso di provvedimenti con i quali uno Stato vieta l’esportazione dei propri prodotti verso altre nazioni o l’importazione dei prodotti di nazioni estere nel proprio mercato. Il boicottaggio può costituire una forma di sanzione economica adottata dal Consiglio di sicurezza [vedi], in caso di inadempimento di obblighi internazionali da parte di uno Stato membro dell’ONU [vedi].

Il boicottaggio può riguardare tutte le merci potenzialmente oggetto di scambio oppure solo alcune. In particolare, in questa ultima ipotesi, il boicottaggio è detto anche embargo [vedi], se ha per oggetto armi o armamenti.

Il termine boicottaggio deriva dal nome del capitano inglese Charles Cunningham Boycott, un proprietario terriero vissuto nel XIX secolo in Irlanda, verso il quale l’Irish Land League (un’organizzazione che sosteneva le istanze dei braccianti) adottò nel 1880 una campagna di isolamento e non collaborazione: i vicini di casa iniziarono a non parlargli, in chiesa nessuno si sedette più vicino a lui o gli rivolse la parola, non fu più servito nei negozi e non ebbe più braccianti da ingaggiare per il raccolto nelle tenute che gestiva. A causa di tale campagna Boycott fu costretto a lasciare l’Irlanda il 1 dicembre dello stesso anno.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI