Che significa? | Termini giuridici

C.E.

14 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 Ottobre 2015



C.E. [comunità europea] (d. UE): Nuova denominazione assunta dalla Comunità economica europea (C.E.E.) con l’entrata in vigore del Trattato sull’Unione europea [vedi Maastricht (Trattato di)].

Fu istituita con il Trattato di Roma del 25 marzo 1957 da parte dei sei Paesi già membri della CECA e cioè Italia, Francia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Belgio e Repubblica federale tedesca; nel 1973 vi aderirono anche la Gran Bretagna, la Danimarca e l’Irlanda; nel 1981 la Grecia; nel 1986 la Spagna ed il Portogallo; nel 1995 la Svezia, l’Austria e la Finlandia; nel 2004 l’Estonia, la Lettonia, la Lituania, la Polonia, la Repubblica ceca, la Slovacchia, la Slovenia, l’Ungheria, Cipro e Malta; nel 2007 la Romania e la Bulgaria e infine nel 2013 la Croazia.

Obiettivo principale degli Stati fondatori era di abbandonare la precedente politica d’integrazione europea per settori ed incominciare ad operare in vista della cd. integrazione orizzontale, cioè l’unione economica dell’Europa nel suo insieme, da realizzare mediante la creazione di un mercato comune [vedi] in cui avrebbero avuto libera circolazione [vedi] i vari fattori della produzione (merci – persone – servizi e capitali).

Con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona [vedi], la C.E. è stata assorbita dall’Unione europea, comportando una significativa razionalizzazione della complessa struttura «a tempio» dell’organizzazione. Il TCE, pertanto, ha assunto la nuova denominazione di Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI