Che significa? C.N.E.L.

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

C.N.E.L. [consiglio nazionale dell’economia e del lavoro] (d. pub. ec.): Organo collegiale previsto dall’art. 99 della Costituzione come ausiliario ad altri enti pubblici, nei settori della politica economica e sociale; esso è organo di rilievo costituzionale, in quanto previsto dalla Costituzione.

I compiti del C.N.E.L. possono così sintetizzarsi:

  funzione consultiva nei confronti delle Camere, del Governo, delle Regioni e delle Province autonome (nelle materie di loro competenza) in tema di economia e di lavoro ed in particolare per tutti i settori economici in cui si attui l’intervento pubblico;

  iniziativa legislativa nelle materie economiche e sociali;

  partecipazione alla elaborazione della legislazione economica e sociale, esprimendo pareri e compiendo studi e indagini su richiesta delle Camere, del Governo, delle Regioni.

Il C.N.E.L. è composto da membri scelti tra esperti, rappresentanti delle categorie produttive di beni e servizi nei settori pubblico e privato e rappresentanti delle associazioni di promozione sociale e delle organizzazioni di volontariato.

Nell’ambito della legge di riforma costituzionale, è in programma la soppressione di tale organo che non appare oggi più rispondente alle esigenze di raccordo con le categorie economiche e sociali che ne avevano giustificato, in origine, l’istituzione (avvenuta in epoca fascista) sulla falsariga della Camera dei fasci e delle corporazioni [vedi Riforma costituzionale ex ddl. 1429].


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI