Che significa? | Termini giuridici

Camorra

12 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 12 Ottobre 2015



Camorra (crim.): Il termine deriverebbe dal napoletano morra = banda. È un’associazione criminale, di derivazione forse araba o spagnola, radicatasi nel napoletano sin dai secoli XVI e XVII, ma diffusasi solo nel 1800 e 1900.

Inizialmente era organizzata per gradi, al comando di un capo-camorra e agiva in ambiti limitati, taglieggiando i detenuti nelle prigioni, sfruttando la prostituzione, controllando il gioco d’azzardo, il contrabbando etc.

Verso la fine dell’Ottocento seguì il flusso della grande emigrazione italiana e trasferì parte delle sue attività negli Stati Uniti.

Dopo un periodo di latenza, negli anni Settanta la camorra ebbe una grande ripresa a seguito delle profonde trasformazioni economiche del Paese e con l’apertura di nuovi spazi ad opera della mafia [vedi] nel contrabbando del tabacco, nel traffico della droga e delle armi, nella speculazione edilizia, nel controllo del mercato alimentare, nella istituzione di vere e proprie imprese economiche e finanziarie con investimenti di grandi capitali impiegati grazie ad infiltrazioni nel sistema politico anche ai più alti livelli dello Stato.

Gli interventi dello Stato contro la (—) sono di due tipi: repressivi, attraverso la previsione di una specifica ipotesi di reato (art. 416bis c.p., e successive modificazioni) e preventivi, mediante il ricorso a misure di prevenzione [vedi], previste dalla L. 1423/56 e successive modificazioni.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI