Che significa? Capitalismo

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Capitalismo (sc. pol.): Adottato per la prima volta da Karl Marx, tale termine indica un sistema economico in cui l’attività produttiva è gestita e controllata da imprenditori e proprietari delle risorse finanziarie, naturali o impiantistiche, necessarie ad acquistare e gestire i fattori della produzione.

Caratteristica fondamentale della società capitalistica è che la grande impresa privata, concentrata in poche mani, indirizzata alle regole di mercato e volta allo sfruttamento del lavoro salariato.

I primi sviluppi del capitalismo si ebbero nell’Inghilterra della fine del XVIII secolo, mentre le premesse ideologiche del capitalismo possono essere individuate nella Riforma attuata da Calvino: nel ruolo centrale attribuito al nesso tra predestinazione divina e ricchezza.

Al contrario, la dottrina cattolica, quale si evince da numerose encicliche papali, ha legittimato il capitalismo solo se tende ad una più equa distribuzione della ricchezza.

La scuola neoclassica, che si impose a partire dal 1870, individuò nella ricerca del profitto la molla principale dell’attività economica capitalistica. Attualmente si assiste ad una scalata del potere mondiale da parte di grandi società capitaliste sovranazionali (cd. multinazionali [vedi]).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI