Che significa? | Termini giuridici

Cassa integrazione salariale

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Cassa integrazione salariale (d. lav.): Il sistema degli interventi ordinari e straordinari di integrazione salariale, operante nei settori dell’industria, dell’agricoltura e dell’edilizia, espressione dello «Stato sociale» [vedi], costituisce una forma di sostegno del reddito qualora si verifichino eventi, non imputabili alla volontà del datore di lavoro o del lavoratore, che rendono impossibile eseguire la prestazione (cd. impossibilità sopravvenuta oggettiva della prestazione).

I tipi d’intervento sono due e vengono gestiti dall’INPS tramite la «Gestione prestazioni temporanee ai lavoratori dipendenti»:

—  l’intervento ordinario di integrazione salariale (C.I.G.), previsto in caso di contrazione o sospensione dell’attività produttiva dipendente da situazioni aziendali, dovute ad eventi transitori e non imputabili all’imprenditore o ai dipendenti, ovvero determinata da situazioni temporanee di mercato e che non pongano in dubbio la possibile futura ripresa della normale attività produttiva;

—  l’intervento straordinario d’integrazione salariale (C.I.G.S.), finalizzato a fronteggiare gravi situazioni di eccedenza occupazionale, operante in caso di sospensione o riduzione di attività produttive motivate da ristrutturazione, riorganizzazione o riconversione aziendale, crisi aziendale in relazione alla situazione occupazionale e produttiva del settore.

Ai lavoratori posti in cassa integrazione spetta un trattamento pari all’80% della retribuzione che sarebbe spettata per le ore di lavoro non prestate tra le ore zero ed il limite contrattuale e comunque non oltre le 40 ore settimanali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI